apple pay ue antitrust

Apple Pay sotto accusa dall’Antitrust UE: cosa sta succedendo

L'Antitrust dell'Unione Europea si è schierato contro Apple Pay, perché non concede a terzi l'uso dell'NFC. Ora l'azienda rischia una sanzione

La tecnologia Apple Pay non concede a terzi l’uso dell’NFC

Nelle ultime ore è trapelato online che la Commissione europea stia indagando in via preliminare nei confronti di Apple. Pare infatti che l’azienda sia responsabile di un abuso di posizione grazie alla tecnologia di Apple Pay.

Infatti secondo la commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager, Apple avrebbe violato le regole europee a danno di potenziali concorrenti. Il fatto centrale sarebbe che l’azienda ha impedito loro di sviluppare altri sistemi di pagamento elettronico mobile sui dispositivi Apple. Le parole della commissaria sono state:

Ci sono indicazioni che Apple abbia limitato l’accesso di terze parti alla tecnologia chiave necessaria per lo sviluppo di soluzioni di pagamento concorrenti sui suoi dispositivi. Abbiamo inviato ad Apple una comunicazione preliminare. Siamo preoccupati che Apple possa aver limitato la concorrenza a beneficio della propria soluzione Apple Pay. Se confermato, una tale condotta sarebbe illegale secondo le nostre regole di concorrenza.

Chi possiede un iPhone sa di poter effettuare pagamenti contactless avvicinando il proprio dispositivo a un POS, usando Apple Pay. Secondo la Commissione Europea Apple però non concede ad app terze di utilizzare il chip NFC, che permette l’accesso alla funzionalità tap-to-pay. Tuttavia non si tratta di una novità, dato che Apple ha sempre di chiarato di impedire l’utilizzo delle funzioni NFC ad altri servizi finanziari. Il motivo dietro questa scelta sarebbe l’abbassamento dei livelli di sicurezza a cui l’azienda mira a mantenere.

Questo è quello che sta succedendo, e se quando emerso dovesse rivelarsi fondato, Apple potrebbe ricadere in una salta multa. Infatti l’Antitrust potrebbe chiedere all’azienda una sanzione pari fino a un massimo del 10% del fatturato.

Apple al momento non ha rilasciato commenti riguardo la situazione.

Nessun Articolo da visualizzare