Apple si scusa e promette uno sconto sulle nuove batterie

Apple chiede scusa per il comportamento e offre uno sconto sulla sostituzione della batteria

0
3323

Sono passati sette giorni da quando Apple si è ritrovata costretta ad ammettere l’apposito rallentamento delle prestazioni dei dispositivi dotati di batteria usurata.
L’azienda, “smascherata” da alcuni utenti di Reddit con il supporto degli sviluppatori di Geekbench, non potendo negare l’evidenza ha in primo luogo difeso il proprio operato definendolo come un intervento necessario per permettere all’utente di salvaguardare i propri dati, prolungare la vita degli iPhone e scongiurare spegnimenti improvvisi.

La spiegazione di Apple, colpevole di un comportamento non proprio trasparente, non è bastata ai consumatori, tanto che in America pochi giorni fa sono partite le prime class action nei confronti della Mela morsicata, che è dovuta correre in qualche modo ai ripari nel corso delle festività natalizie.

Apple ha previsto uno sconto per la sostituzione delle batterie da iPhone 6 in poi.
Apple ha previsto uno sconto per la sostituzione delle batterie da iPhone 6 in poi.

Proprio in queste ore infatti e ad una settimana di distanza dallo tsunami che l’ha travolta, Apple ha diramato sul proprio sito un comunicato ufficiale in cui si scusa per aver deluso i propri utenti, offrendo loro inoltre un incentivo per la sostituzione della batteria.
Tuttavia l’azienda difende il proprio operato spiegando ancora una volta il perché del rallentamento dei device e ha pubblicato una pagina (qui il link in italiano) in cui vengono illustrati funzionamento e degrado delle batterie.

Lo sconto per la sostituzione verrà prossimamente dettagliato sul sito di Apple ed è previsto in tutto il mondo a partire da iPhone 6 in poi e sarà possibile da Gennaio 2018 inoltrato e fino a Dicembre 2018. Inoltre l’azienda ha anche comunicato che nel prossimo aggiornamento di iOS saranno presenti delle utility che illustreranno meglio lo stato della batteria del proprio iPhone, promettendo quindi una maggiore trasparenza.

Apple come ci si aspettava rimane sulla linea difensiva cercando di spiegare ancora una volta di aver agito in buona fede. I più delusi dovranno comunque provvedere a loro spese — sebbene con un incentivo — per la sostituzione della batteria, diventata ora una parte di consumo; uno sconto totale sarebbe stato del resto interpretato come una totale ammissione di colpa di Apple, che rimane invece ferma sulla propria posizione, certa di aver agito correttamente.

Basteranno quindi queste iniziative per limitare le class action e riconquistare la fiducia dei propri consumatori?

PCProfessionale © riproduzione riservata.