apple truffata iphone falsi

Apple truffata: due studenti restituivano iPhone falsi per riceverne di veri

1Una truffa semplice: fingere che gli iPhone comprati non funzionassero e riceverne uno nuovo, restituendo però un falso. Ecco come due studenti hanno truffato Apple per quasi un milione di dollari.

Apple è stata truffata: due studenti cinesi, residenti in Oregon, negli Stati Uniti per l’università hanno truffato l’azienda per quasi 900,000 dollari. La loro truffa era molto semplice: aprire una pratica di reso, sostenendo che il telefono ricevuto fosse rotto e sotto garanzia. Dopo l’accettazione del reso, la coppia non faceva altro che spedire un iPhone falso, contraffatto per poi ricevere in cambio invece un prodotto funzionante. Ottimo servizio clienti certamente, ma l’Apple ci ha rimesso un’ingente quantità di denaro.

Sono Quan Jiang e Yangyang Zhou gli ideatori dello schema, che nel corso di due anni hanno spedito ad Apple oltre cento iPhone finti ottenendone altrettanti veri completamente gratis. I due procedevano poi con una spedizione oltreoceano verso la loro madrepatria, dove gli iPhone valevano un caro prezzo, ottenendo una percentuale sul profitto, come riporta il New York Times.

Le indagini sono iniziate due anni fa, dopo che gli ufficiali della dogana statunitense hanno segnalato diverse spedizioni in arrivo da Hong Kong contenenti telefoni cellulari creati in Cina. I prodotti erano marcati Apple, con tanto di logo e design tipici di un iPhone. Ma a destare i primi dubbi sono state le modalità di spedizione e l’imballo dei prodotti, che a tutti gli effetti erano dei falsi. Gli investigatori sono risaliti ai due studenti dall’indirizzo segnato sui pacchi.

Ma non è finita qui, ecco altri dettagli su come Apple è stata truffata.

Indietro
PCProfessionale © riproduzione riservata.