attaco hacker

WhatsApp, Instagram e Facebook non funzionano: è un attacco hacker?

WhatsApp, Instagram, Facebook, Google e alcuni siti non funzionano: è un attacco hacker? Scopriamo insieme cosa sta succedendo.

AGGIORNAMENTO 14/04/2019: Ancora una volta WhatsApp, Instagram e Facebook non funzionano. È passato esattamente un mese dall’ultimo grande down che ha coinvolto i principali social network, risoltosi solo dopo diverse ore. Ed ecco che anche oggi, domenica 14 aprile, vediamo la situazione ripetersi. Molto probabilmente, visto l’esito della volta scorsa, possiamo già escludere l’attacco hacker ma ancora non siamo a conoscenza dei motivi effettivi del malfunzionamento. Restiamo in attesa di aggiornamenti.

Sul web si sta diffondendo la voce secondo cui il down che ha colpito oggi Facebook e Instagram su scala mondiale sia colpa di un attacco hacker. In seguito alle segnalazioni dei problemi con i due social network, sono state riscontrate anomalie anche su WhatsApp, riportate anch’esse su Twitter, apparentemente ancora illeso. In realtà, grazie a Indipendent, sappiamo che alcuni utenti hanno riscontrato problemi anche su Twitter. E purtroppo il disagio non si ferma solo alla sfera social. Pochi sanno che anche Google nella mattina del 13 marzo, tra le 3.00 e le 7.30, ha riscontrato malfunzionamenti con i siti e le app di Google Drive, Maps e Hangouts. Complicazioni che hanno causato parecchi disagi, in particolar modo agli utenti americani e australiani.

Non solo WhatsApp, Twitter, Facebook, Instagram e Google ma, come riportato dalla testata inglese, nel mondo si riscontrano problemi anche con altri siti quali Etsy e US Postal Service, il sito web del servizio postale americano. Ma cosa sta succedendo? Si tratta di un potentissimo attacco hacker?

I social network e alcuni siti non funzionano: è un attacco hacker?

Ormai sono ore che WhatsApp e i principali social network non funzionano e gli utenti si stanno allarmando. In particolar modo su Twitter si ipotizza un attacco hacker in grado di rubare i dati. A calmare gli internauti ci pensa il social creato da Mark Zuckerberg. Con un tweet rassicura gli iscritti: Non si tratta di alcun attacco DDoS”. In poche parole gli hacker, tramite un attacco DDoS,tempestano un sito di richieste fino a metterlo fuori uso, rendendolo irraggiungibile a tutti gli utenti.

In ogni caso, visti tutti i disagi e la larga scala sulla quale si è presentato il problema, non è stato sconsiderato pensare a un attacco hacker dato anche il caso dello scorso ottobre di Facebook hackerato.

Per il momento non si hanno ulteriori novità. Vi terremo aggiornati con gli eventuali sviluppi.

PCProfessionale © riproduzione riservata.