attaco hacker

WhatsApp, Instagram e Facebook non funzionano: è un attacco hacker?

WhatsApp, Instagram, Facebook, Google e alcuni siti non funzionano: è un attacco hacker? Scopriamo insieme cosa sta succedendo.

Sul web si sta diffondendo la voce secondo cui il down che ha colpito oggi Facebook e Instagram su scala mondiale sia colpa di un attacco hacker. In seguito alle segnalazioni dei problemi con i due social network, sono state riscontrate anomalie anche su WhatsApp, riportate anch’esse su Twitter, apparentemente ancora illeso. In realtà, grazie a Indipendent, sappiamo che alcuni utenti hanno riscontrato problemi anche su Twitter. E purtroppo il disagio non si ferma solo alla sfera social. Pochi sanno che anche Google nella mattina del 13 marzo, tra le 3.00 e le 7.30, ha riscontrato malfunzionamenti con i siti e le app di Google Drive, Maps e Hangouts. Complicazioni che hanno causato parecchi disagi, in particolar modo agli utenti americani e australiani.

Non solo WhatsApp, Twitter, Facebook, Instagram e Google ma, come riportato dalla testata inglese, nel mondo si riscontrano problemi anche con altri siti quali Etsy e US Postal Service, il sito web del servizio postale americano. Ma cosa sta succedendo? Si tratta di un potentissimo attacco hacker?

I social network e alcuni siti non funzionano: è un attacco hacker?

Ormai sono ore che WhatsApp e i principali social network non funzionano e gli utenti si stanno allarmando. In particolar modo su Twitter si ipotizza un attacco hacker in grado di rubare i dati. A calmare gli internauti ci pensa il social creato da Mark Zuckerberg. Con un tweet rassicura gli iscritti: Non si tratta di alcun attacco DDoS”. In poche parole gli hacker, tramite un attacco DDoS,tempestano un sito di richieste fino a metterlo fuori uso, rendendolo irraggiungibile a tutti gli utenti.

In ogni caso, visti tutti i disagi e la larga scala sulla quale si è presentato il problema, non è stato sconsiderato pensare a un attacco hacker dato anche il caso dello scorso ottobre di Facebook hackerato.

Per il momento non si hanno ulteriori novità. Vi terremo aggiornati con gli eventuali sviluppi.

PCProfessionale © riproduzione riservata.