beeper app messaggistica unica interfaccia imessage android

Beeper: l’app che unisce WhatsApp e Telegram in un’unica interfaccia

Beeper è il software che unisce 15 app di messaggistica in un’unica comoda interfaccia: tra queste WhatsApp, Telegram e anche iMessage su Android o Windows

Avere tutte le app di messaggistica in un’unico posto per usarle comodamente è possibile, grazie a Beeper. Si tratta di un software per chattare su quindici applicazioni di messaggistica istantanea in un’unica interfaccia. Tra queste ci sono WhatsApp, Telegram, Facebook Messenger, e tante altre.

L’idea nasce da Eric Migicovsky, il fondatore dello smartwatch Pebble, che sul suo profilo Twitter ha lanciato la piattaforma, disponibile per il momento solo su invito. In precedenza questo servizio aveva un differente nome, NovaChat, che ora ha cambiato vesti. Beeper permette ai sui utenti di utilizzare svariate app sulle quali messaggiare in un unico portale, senza dover scorrere tra le app o le pagine web.

Le app incluse al momento son quindici, e sono le seguenti: Whatsapp, Facebook Messenger, iMessage, Android Messages, Telegram, Twitter, Slack, Hangouts, Instagram, Skype, Irc, Matrix, Discord, Signal e infine Beeper. Si spazia quindi dalle app di messaggistica più famose, come WhatsApp, Messenger, Telegram, fino ai social media come Twitter e Instagram. Grandi assenti su Beeper per il momento sono Line e WeChat, le due app concorrenti a WhatsApp usate rispettivamente in Giappone e Cina.

Sicuramente gli utenti Apple noteranno con gioia che tra queste è inclusa anche iMessage, che Beeper permette di far funzionare anche per chi usa l’app su pc Windows, Linux o su dispositivi Android. Questo è possibile solamente utilizzando un Mac personale come ponte, collegato a internet e con supporto iMessage. Altrimenti la seconda opzione è con un iPhone 4s con jailbreak la software house spedirà all’utente in caso di necessità, pagando 10 dollari al mese di abbonamento. Su questo è possibile installare Beeper, per accedere al servizio.

A svelarlo è stato proprio Migicovsky su Twitter pubblicando una foto di una scatola con 50 iPhone 4s pronti a essere spediti. Non è chiaro tuttavia come reagirà Apple a questo sistema per aggirare le sue regole.

Beeper diventa quindi un portale universale dove gli utenti possono attingere a quindici diverse app per scambiarsi messaggi con amici, familiari e colleghi. Per ora il progetto unificatore è disponibile per Windows, per macOS, Linux, ioS e Android. Come già spiegato sopra, per il momento è necessario entrare su invito, compilando prima un form per accedere alla beta del sistema. Presto sarà disponibile anche la versione dark mode di Beeper.

Nessun Articolo da visualizzare