Benq ci riprova con gli smartphone

Contrariamente a quanto affermato lo scorso settembre dai portavoce di BenQ, la società  taiwanese nata da uno spinoff di Acer, ha deciso di rientrare nel mercato degli smartphone.
Non presenta una linea completa ma due modelli basati su Android che, visto soprattutto i prezzi di lancio, dovrebbero aggredire l’affollato segmento entry level.

Si tratta dei modelli F3, che sarà  equipaggiato con il recente MediaTek MT6589 e A3 basato invece sullo Snapdragon MSM8225Q, due processori quad core entrambi a 1,2 Ghz. I nuovi dispositivi Benq dispongono di un display da 4,5 pollici IPS, un Gb di Ram e 4 BenQ-F3-A3GB di memoria interna espandibile tramite schede microSD.

La sezione fotografica è costituita da una fotocamera frontale da 2 megapixel per entrambi gli smartphone e di due ottiche diverse sul lato posteriore. Il top di gamma F3 monta infatti un sensore da 13 megapixel (f/2.2) e dispone della funzione High Dynamic Range (Ampia Gamma Dinamica) che salva più scatti dello stesso soggetto utilizzando diversi valori di luminosità . Il sistema A3 prevede una più tradizionale fitocamera da 8 megapixel.

Non sono ancora note le strategie di BenQ circa la distribuzione dei due device sui mercati occidentali, Italia inclusa. A Taiwan sono venduti a 270 dollari (F3) e 200 dollari (A3).

PCProfessionale © riproduzione riservata.

Newsletter di PC Professionale

Nessun Articolo da visualizzare