BenQ entra nella grafica professionale con il monitor IPS BenQ PG240IPT

PG2401PT_Left45Con il lancio del monitor IPS BenQ PG240IPT, BenQ entra nel mondo della pre-press, ovvero degli operatori del pre-stampa, grafici, illustratori, fotografi professionisti. Il monitor IPS BenQ PG240IPT offre totale controllo del colore nel corso di tutto il processo di lavorazione e permette la piena corrispondenza tra i colori dell’immagine originale e quelli della prova di stampa finale.

Il BenQ PG240IPT è stato certificato in base ai più rigorosi standard internazionali: dispone della certificazione Printing-Industry Color Certified che garantisce che le immagini e i colori visualizzati sullo schermo corrispondano a quelli della stampa definitiva. Ogni modello viene fornito della convalida del controllo effettuato in sede di produzione che ne verifica le prestazioni dal punto di vista dell’uniformità , della luminosità . Sui monitor BenQ PG240IPT viene permessa la calibrazione hardware personalizzata che permette di regolare luminosità , contrasto e bilanciamento colore del monitor nel modo più accurato possibile, ottenendo sfumature colore sempre aderenti all’immagine originale. Il Calibration Mode consente di salvare i diversi risultati di calibrazione effettuati, in funzione del cambio di luce nel corso della giornata direttamente sull’hardware e non sul software, come fanno molti monitor di questo segmento.PG2401PT_Back

Il monitor BenQ PG240IPT copre il 100% dello spazio colore Cmyk e il 99% dello spazio colore di Adobe Rgb, assicurando una riproduzione fedele di tutte le sfumature di rosso, blu e verde. Il pannello a 10 bit arriva a creare anche 1 miliardo di colori, pari a 64 volte la quantità  di colori disponibili su un pannello a 8 bit. Il monitor BenQ PG240IPT è dotato del Look Up Table 3D, una funzionalità  che migliora la precisione della miscela colori Rgb e genera una riproduzione impeccabile dei colori e dei toni di grigio. la funzionalità  Chroma Tune permette di vedere due programmi con due differenti color gamut simultaneamente; gli utenti possono assegnare il color gamut manualmente oppure salvare le impostazioni in modo che si carichino automaticamente. Il monitor è poi dotato di diverse porte in entrata per collegare vari dispositivi: per esempio gli utenti PC possono connettere al BenQ PG240IPT un altro PC via Dvi-D, Hdmi o DisplayPort, mentre gli utenti Macintosh possono usare un Mini DisplayPort e volendo è disponibile anche una porta USb 3.0. Dal punto di vista ergonomico va segnalata la possibilità  di regolare l’altezza e ruotare il monitor in posizione verticale o orizzontale e la calotta di protezione antiriflesso che aiuta a eliminare l’eccessiva luminosità  dell’ambiente e l’effetto di riflesso.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

Newsletter di PC Professionale

Nessun Articolo da visualizzare