facebook aat tecnologia accessibilità

Facebook implementa l’accessibilità migliorando l’AI che descrive le foto

Facebook implementa un’Intelligenza Artificiale per giungere incontro a non vedenti e ipovedenti e migliorare l’accessibilità del social network

Una nuova tecnologia è pronta a migliorare la navigazione su Facebook degli utenti non vedenti o ipovedenti. Infatti l’azienda ha introdotto un miglioramento per l’AAT, il Testo Alternativo Automatico. Questo permette di leggere il contenuto delle foto pubblicate sul social di Mark Zuckerberg in modo più approfondito.

Questa tecnologia nasce nel 2006, e sfrutta la visione artificiale per generare la descrizione dell’immagine. Facebook ha quindi deciso di migliorare questa opzione, che converte testo e altri contenuti in parlato, per le persone non vedenti o ipovedenti. Questa miglioria, consente all’AAT di riconoscere i contenuti in modo 10 volte più specifico rispetto alla sua versione precedente. Le foto quindi otterranno una porzione di testo dedicata più dettagliata e più specifica.

Facebook spiega di aver ampliato le categoria di oggetti e contenuti esistenti. Infatti ne ha aggiunte di nuove. La AAT può quindi riconoscere attività, simboli e animali, per fornire un’esperienza il più accessibile possibile agli utenti del social.

Se prima la tecnologia si limitava a descrivere il tipo di fotografia postata, ora si concentrerà su più dettagli. Lo farà aggiungendo informazioni che prima non riusciva invece a captare. Inoltre questa novità potrà dire la posizione di vari oggetti nella foto, il numero di persone presenti, la dimensione di oggetti, primari o secondari, e riconoscere luoghi famosi. Questa descrizione utilizza terminologia semplice per descrivere posizione e dimensione, per facilitare la traduzione in ben 45 lingue differenti.

La tecnologia rende accessibili foto nella Home, nei profili e nei gruppi Facebook. Ma questa accessibilità si riflette anche su Instagram, nel Feed, nei profili e nella sezione Esplora. Si può accedere a questo servizio per le persone non vedenti o ipovedenti tenendo premuto sulla foto sui dispositivi Android o con azione personalizzata su IOS.

PCProfessionale © riproduzione riservata.