Scandalo Facebook, Zuckerberg terrà una conferenza stampa

l fondatore e CEO di Facebook parlerà dello scandalo Cambridge Analytica, e di come il social network intende recuperare la fiducia degli utenti.

Stando a quanto riportato da Axios e Mashable, il CEO di Facebook, Mark Zuckerberg, terrà tra oggi e domani una conferenza stampa sullo scandalo che ha travolto la sua compagnia, dopo la rivelazione riguardo la mancata vigilanza sui dati di 50 milioni di utenti ottenuti dall’azienda Cambridge Analytica (che pure si era autodenunciata a Facebook), che li avrebbe usati per targettizzare annunci a favore del leave durante il referendum sulla Brexit, e di Donald Trump durante la campagna elettorale del 2016 negli Stati Uniti.

Aveva fatto scalpore il silenzio di Zuckerberg, così come del COO dell’azienda Sheryl Sandberg, in seguito alle notizie che a partire dallo scorso venerdì hanno scosso l’azienda e fatto crollare in borsa il titolo di Facebook, portando il solo Zuckerberg a perdere diversi miliardi di dollari in azioni, oltre ad aver provocato un danno d’immagine difficilmente riparabile, in quanto l’azienda sarebbe stata a conscenza del furto di dati, e non avrebbe agito adeguatamente per arrestarla.

Cambridge Analytica Facebook
Facebook è sotto accusa per non aver protetto a dovere i dati di 50 milioni di suoi utenti, ottenuti da Cambridge Analytica, azienda che ha poi utilizzato i dati in questione per targetizzare pubblicità a sostegno di Donald Trump, durante la campagna elettorale statunitense del 2016.

Secondo quanto riportato ad Axios da fonti vicine a Zuckerberg, il CEO sembrerebbe rendersi perfettamente conto di quanto grande sia questo scandalo, e avrebbe intenzione di parlare di ciò che l’azienda intende fare per recuperare la credibilità perduta agli occhi degli utenti.

Dalle stesse fonti sarebbero filtrate alcune anticipazioni riguardo al contenuto della conferenza: Zuckerberg dovrebbe sottolineare la propria volontà di ricostruire un legame di fiducia tra l’azienda e gli utenti, aggiungendo che questa conferenza stampa sarebbe stata ritardata fino a questo punto in modo da riuscire a mettere insieme un discorso significativo, piuttosto che un semplice commento a caldo.

Alcuni rumors attestano che delle approfondite conversazioni sarebbero state intrattenute da Zuckerberg con gli ingegneri di Facebook per riuscire a migliorare la protezione dei dati sul social network; tuttavia, la vendita dei dati degli utenti a terzi, come Cambridge Analytica, anche a loro insaputa, ha sempre fatto parte del modello di business adottato dalla piattaforma, e risulta difficile pensare che questa possa rinunciarvi.

PCProfessionale © riproduzione riservata.