farmville addio chiuso adobe

FarmVille non esiste più: addio al gioco che ha conquistato Facebook

FarmVille ha smesso di esistere, con la chiusura di Adobe Flash Player: addio al gioco Facebook che ha conquistato milioni di utenti nel 2009

Nel 2009 chi iniziava ad aprirsi un profilo Facebook diventava in breve dipendente dal suo gioco FarmVille, il simulatore gestionale di una fattoria. La sua era però è ormai finita, quando il gioco creato da Zynga ha smesso di esistere su Facebook, perché supportato proprio da Adobe Flash Player, che è stato disattivato il 1 gennaio 2021.

Ha chiuso solamente il FarmVille originale, in ogni caso, mentre rimarranno attive le espansioni e i titoli successivi, disponibili già su smartphone e distaccati da Facebook. Con nostalgia parliamo di FarmVille come di un gioco che a suo tempo ha conquistato Facebook e milioni dei suoi utenti.

Infatti, in meno di due mesi dalla sua uscita nel 2009, FarmVille ha raccolto 10 milioni di utenti giornalieri su Facebook. Il suo picco però lo raggiunse quando 32 milioni di utenti al giorno giocavano al simulatore e 85 milioni si loggavano almeno una volta al mese. I numeri sono riportati dal New York Times. Questi ultimi erano i meno attivi e meno appassionati al gioco. Chi ha vissuto FarmVille sa anche che bisognava stare dietro alla propria fattoria ogni giorno. Per ottenere risultati e far funzionare il raccolto e il bestiame, i giocatori dovevano accedere spesso e incrementare le attività della fattoria, evitando che qualcosa marcisse.

FarmVille stimolava anche la più importante e primordiale funzione di Facebook, ovvero il restare in contatto con i propri amici sul social. Per ottenere dei bonus extra infatti ci si poteva rivolgere ad altri che giocavano a FarmVille, evitando di pagare soldi reali. In molti infatti si ritroveranno con miriadi di profili fake, nati proprio per farsi degli autoregali sul gioco di simulazione. C’è stato però anche chi ha pagato soldi veri per giocare a FarmVille e portare avanti la propria fattoria. Infatti Zynga nel 2013 dichiarò di avere un fatturato superiore al miliardo di dollari, proprio grazie al gioco Facebook.

FarmVille: tra amore e odio degli utenti di Facebook

C’è stato anche chi ha odiato FarmVille, forse perché ai tempi gli utenti che ci giocavano condividevano spesso sulla loro bacheca il fatto che avessero bisogno di aiuto nella loro fattoria. A chi faceva parte del mondo di FarmVille bastava cliccare un bottone per aiutare l’amico in difficoltà. Mentre per chi era estraneo a tutto questo era solo l’ennesimo post con l’immagine di una mucca triste.

farmville addio chiuso adobe
Un utente condivide la sua mucca abbandonata su Facebook

Nel corso degli anni FarmVille ha perso il suo fascino, e non è più rientrato nella lista dei 100 giochi più giocati su Facebook. I suoi seguiti sono stati giocati, ma non hanno mai raggiunto le vette del primo. Sicuramente dire addio a FarmVille dopo anni che non ci si giocava più non sarà così doloroso, ma è comunque un pezzo del nostro passato che se ne va, assieme ad Adobe Flash Player.

PCProfessionale © riproduzione riservata.