DRM

Anche Grand Theft Auto IV vittima della piaga delle DRM Internet-dipendenti

Grand Theft Auto IV, il classico degli action-adventure a tema criminale sviluppato da Rockstar, non può più essere acquistato su Steam. Il motivo? Le DRM di Games for Windows Live, una piaga che continua a fare danni nel mercato videoludico su PC.

Non bastasse il caso di TRON Evolution a evidenziare l’assoluta follia delle corporation che impongono l’uso di Internet per l’attivazione dei giochi vecchi e nuovi, ora anche un classico del calibro di Grand Theft Auto IV (GTA IV) deve fare i conti con un servizio di attivazione non più disponibile. Al momento non è più possibile acquistare GTA IV su Steam, anche se Rockstar dice di essere impegnato a trovare una non meglio precisata soluzione “alternativa”.

La scomparsa del pulsante “acquista” dalla pagina Steam di GTA IV era stata inizialmente attribuita a ignoti problemi legali con le musiche contenute nel gioco, un problema periodicamente affrontato dai titoli della serie GTA con le loro stazioni radio in-game strapiene di brani concessi ufficialmente in licenza dagli aventi diritto.

In realtà, come in seguito confermato ufficialmente da Rockstar, GTA IV non è più acquistabile per via dell’utilizzo di Games for Windows Live (GFWL): Microsoft ha abbandonato da tempo la piattaforma di distribuzione videoludica su PC, e al momento non è più possibile generare le chiavi di attivazione aggiuntive necessarie alla vendita di nuove copie del gioco.

GTA IV è in circolazione dal 2008, è considerato un classico sia nell’ambito degli action-adventure che della serie GTA e ha venduto più di 25 milioni di copie (nel 2019). La versione PC fa parte della schiera di prodotti venduti assieme a (o per mezzo di) GFWL, e anche quando era disponibile per l’acquisto la procedura per far girare al meglio il gioco sui PC più recenti non era esattamente adatta ai deboli di cuore.

In attesa della patch o dell’aggiornamento del codice da parte di Rockstar, GTA IV rappresenta la nuova vittima di alto profilo delle tecnologie anti-copia che sfruttano i server di Internet – almeno finché quei server non vengono spenti per sempre. Gli appassionati possono sempre scaricare una copia pirata del gioco tramite torrent: in questo caso non esiste data di scadenza a mezzo Internet.

PCProfessionale © riproduzione riservata.