Costruire un Pc: la guida passo-passo completa

Come assemblare un PC e collegare tutti i componenti non è una cosa banale. Per questo motivo pubblichiamo una completa guida passo-passo per costruire un PC che abbiamo realizzato per i meno esperti che vogliono cimentarsi nella costruzione del proprio computer per diletto o, ancora meglio, perché hanno trovato le offerte giuste per realizzare il proprio Pc ideale.

I componenti utilizzati sono quelli che costituiscono il nostro Pc ideale Intel per cominciare a giocare in 3D, pubblicato all’interno dell’articolo “Il Pc ideale in tempo di crisi” sul numero 253 di PC Professionale di aprile 2012. L’intero sistema ha un prezzo di 490 euro.

Le basi per assemblare un PC

In questa guida vi spieghiamo e mostriamo come affrontare le diverse fasi per l’assemblaggio di un computer a partire dai singoli componenti che avete acquistato o recuperato da un vecchio Pc.

Prima ancora di cominciare l’assemblaggio vero e proprio dovete individuare un piano di lavoro ampio e ben illuminato che potete occupare per tutto il tempo necessario a ultimare le operazioni di costruzione del Pc. Evitate, quando possibile, luoghi come il tavolo della cucina o del soggiorno perché potreste essere costretti spostare tutto il materiale mentre state installando un componente per lasciare spazio alle esigenze di casa.

Procuratevi tutti gli strumenti che potrebbero servirvi e teneteli a portata di mano: un kit di cacciaviti, una pinzetta, una pinza di medie dimensioni, una piccola torcia portatile se non disponete di un punto luce regolabile, fascette, pasta termica e un panno.
Una volta che il piano di lavoro è pronto passate alla preparazione dell’hardware. Lasciate tutti i componenti critici (processore, scheda grafica, memorie e disco rigido) all’interno delle loro confezioni antistatiche fino al momento dell’installazione vera e propria. Ricordatevi di archiviare i libretti delle istruzioni e le garanzie (potete raccogliere tutto in una cartelletta insieme agli scontrini di acquisto) così da avere tutto a portata di mano in caso di evenienza.

Il telaio o Case


Liberate l’interno del telaio dagli accessori (cavi, viteria, ecc), rimuovete le paratie laterali e il pannello frontale per predisporre il vano di alloggio dell’unità  ottica. Adagiate quindi il telaio in modo che sia possibile operare sul supporto interno per la scheda madre e regolate il vostro punto luce per lavorare in modo comodo.


Installate la maschera di finitura per le connessioni posteriori della scheda madre.

Verificate la scheda madre in vostro possesso e individuate dove è necessario posizionare i distanziatori sul supporto d’installazione all’interno del telaio. Una volta avvitati i distanziatori, avvicinate la scheda madre e controllate la corrispondenza con i fori di ancoraggio nel pcb. Se avete fatto tutto in modo corretto procedete a stringere i supporti con una pinza o con un cacciavite a bussola della misura corretta, ma senza forzare troppo.

La scheda madre

Tutto è pronto per adagiare la scheda madre all’intero del telaio e fissarla con le viti di ancoraggio che fanno presa nei distanziatori installati al punto precedente. Procedete con cautela e senza forzare. Per semplificare questa fase inserite la scheda madre tenendola inclinata e avvicinando per primo il lato che andrà  a corrispondere con la parte posteriore del telaio; in questo modo sarà  più semplice far combaciare le porte integrate con la maschera di finitura installata al primo punto.
Puntate le viti e procedete al serraggio solo quando tutte sono allineate in modo corretto con i distanziatori sottostanti.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

6 Commenti

  1. Gentili Davide e Michele grazie per l’utile “Il Pc ideale” mi piacerebbe conoscere i consumi minimi e massimi dei sistemi completi e non dei singoli componenti come spesso pubblicate.  Sono incerto se aggiornare il mio Dell dimension 5150 pentium 4, sostituendo scheda madre, processore, memorie, secondo quanto consigliato a pagina 70, conservando case, alimentatore ed accessori. Navigo in rete (RAI, Mediaset, youtube ecc) vorrei acquistare un flight simulator. Oppure un notebook con spesa massima di 500€ Quanto consuma un notebook? Se lo usassi quasi sempre collegato alle rete elettrica a quali problemi andrei incontro rispetto ad un desktop? Si può usare senza le batterie a bordo?  In attesa di una cortese risposta vi invio cordiali saluti Escamillo Turolla

Comments are closed.