CorelDraw X6, la suite grafica per i professionisti

Corel rinnova il proprio pacchetto di applicativi per la grafica vettoriale e bitmap, trascurando come al solito Photo-Paint.

Anteprima di Nicola Martello

Articolo tratto da PC Professionale 254 di maggio 2012

A circa 18 mesi dall’uscita di CorelDraw X5, ecco la versione X6 di questa storica suite grafica. Come in passato, il pacchetto include diversi software per la grafica vettoriale e bitmap, tutti tradotti in italiano. I due applicativi principali sono CorelDraw per il disegno vettoriale e Photo-Paint per il fotoritocco, cui si affiancano Connect per la ricerca dei file grafici, Capture per la cattura di schermate, PowerTrace per la conversione da bitmap a vettoriale. Completano la dotazione Web Website Creator, un editor di pagine e di siti, e ConceptShare, un tool per la collaborazione online. Da segnalare anche Photozoom Pro 2 di BenVista, un potente plug-in specializzato nell’ingrandimento delle immagini raster, dotato di algoritmi molto sofisticati che producono documenti di elevata qualità . La suite è poi corredata di 10.000 clipart, 1.000 foto, 1.000 font, 350 modelli, 2.000 disegni vettoriali di automobili e 800 motivi grafici. CorelDraw X6 è disponibile anche come download; il pacchetto fisico è corredato di un ottimo manuale stampato: un vero e proprio libro a colori, ricco di consigli e di esercitazioni.

Il nuovo pannello Proprietà  Oggetto raccoglie tutte le caratteristiche grafiche che determinano l’aspetto della figura selezionata, permettendo modifiche immediate.

Le novità  di questa edizione sono numerose ma non rivoluzionarie e rendono soprattutto più agili i programmi di base (CorelDraw, Photo-Paint, Connect). Corel ha ottimizzato l’intera suite, che finalmente sfrutta le Cpu a più core e i sistemi operativi a 64 bit per rendere molto più veloci non solo l’apertura e il salvataggio dei file di grandi dimensioni ma anche l’applicazione dei filtri basati su algoritmi complessi. Corel ha inoltre migliorato il supporto dei file creati con Illustrator Cs5, Photoshop Cs5, Acrobat X e Microsoft Publisher 2010.

Il nuovo CorelDraw dispone di una finestra Proprietà  oggetto completamente riprogettata, in cui sono raccolte tutte le variabili che definiscono l’aspetto dell’elemento selezionato. Grazie ad essa è possibile accedere subito a parametri come lo spessore e il tipo di tratto del contorno o i colori di riempimento. Può sembrare banale, ma per un grafico professionista è importante poter variare con pochi clic i colori di una campitura sfumata di un oggetto anche dopo aver creato altri elementi.

L’editor delle armonie cromatiche, novità  di questa versione, consente di sperimentare diversi set di colori: quando si cambia una tinta, le altre mutano di conseguenza.

Quando si scrive un testo, la finestra Proprietà  ne elenca tutte le caratteristiche: non solo il font, la dimensione e il colore, ma anche le legature, gli ornamenti e i glifi, opzioni ora disponibili grazie al motore tipografico completamente rifatto e potenziato per sfruttare appieno le caratteristiche dello standard OpenType.

Nuove sono poi le finestre Stili colore e Stili oggetto. La prima permette di memorizzare gruppi di tinte e di applicarli poi ad altri elementi, mentre la seconda raccoglie la formattazione grafica di un oggetto (come il tipo di contorno e la campitura) e consente di assegnarla ad altre figure. La creazione di uno stile colore, per esempio, è molto semplice: basta trascinare l’oggetto campione nella finestra Stili colore. A completamento di questi strumenti, Corel ha incluso nel programma un editor di armonie cromatiche, ovvero un pannello in cui è possibile scegliere più tinte e correlarle: alterandone una, le altre vengono modificate di conseguenza, in modo da mantenere costanti i rapporti cromatici relativi. L’editor è molto utile quando si vogliono provare diversi set di colori in progetti come i logotipi.

PCProfessionale © riproduzione riservata.