Kano PC

Hardware

Kano PC, upgrade per il sistema 2-in-1 assemblabile da $300

Alfonso Maruccia | 15 Luglio 2020

Convertibili Hardware

Kano ha aggiornato l’omonimo sistema convertibile 2-in-1, un PC tablet “assemblabile” dedicato (visto anche il prezzo) al settore educational e agli utenti più giovani.

Kano PC è un sistema modulare 2-in-1, un PC che richiede un minimo lavoro di assemblaggio una volta uscito dalla scatola ma che costa davvero poco. L’azienda produttrice ha ora aggiornato la propria offerta, restando nella stessa fascia di prezzo ma fornendo un hardware di base (CPU/SoC) più performante.

Come già la versione precedente, la seconda generazione di Kano PC costa infatti 300 dollari. Il design di base è sostanzialmente lo stesso, ma la CPU è stata aggiornata da Atom x5-Z8350 a Celeron N4000. Aumentano sensibilmente i consumi (da 2W a 6W) ma anche le prestazioni, pur nei limiti di un processore dual-core con clock a 2,6GHz. Presente anche una nuova porta USB-C per una maggiore compatibilità e facilità di ricarica.

La durata della batteria sale fino a 10 ore, dice Kano, Windows 10 Home è sempre l’OS di riferimento e anche il resto dell’hardware continua a offrire uno schermo touch da 11,6”, uno storage interno da 64GB (con prestazioni da HDD più che da SSD), 4GB di RAM. Il pacchetto di Kano PC include una cover e una tastiera, ma il SoC di base (CPU, storage e RAM) non può essere aggiornato.

Kano PC è un prodotto dedicato espressamente ai giovani studenti impegnati nelle materie STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica), e come tale include materiale e strumenti utili a sviluppare l’interesse per il coding e gli argomenti scientifici. Con la seconda generazione del 2-in-1 da 300 dollari arrivano poi nuovi accessori comprensivi di cuffie, mouse USB (da assemblare come il PC Kano) e webcam USB.

Lenovo Yoga 9i

Notebook

Lenovo Yoga 9i, convertibile con Intel Tiger Lake

Luca Colantuoni | 31 Agosto 2020

Convertibili Lenovo Notebook

Lenovo ha presentato il convertibile Yoga 9i e il notebook Yoga Slim 9i con processori Intel Tiger Lake, insieme al Legion Slim 7i con processori Intel Core serie H.

Il produttore cinese ha annunciato un convertibile di fascia alta che viene offerto con schermo da 14 e 15,6 pollici. Il modello più piccolo del Lenovo Yoga 9i (versione aggiornata del precedente Yoga C940) integra i nuovi processori Intel Tiger Lake con GPU Xe-LP. Lo Yoga Slim 9i è invece un notebook tradizionale con specifiche simili. Lenovo ha infine presentato il Legion Slim 7i con scheda video NVIDIA.

Lenovo Yoga 9i

Lenovo Yoga 9i
Il Lenovo Yoga 9i da 14 pollici (3840×2160 o 1920×1080 pixel) integra processori Intel Tiger Lake, 8/12/16 GB di RAM LPDDR4X e SSD PCIe M.2 da 256/512/1024 GB. Il convertibile ha un telaio in alluminio, ma è disponibile anche una versione con cover in pelle. Il modello da 15,6 pollici (3840×2160 o 1920×080 pixel) integra invece processori Intel Core i7/i9 serie H, 12/16 GB di RAM, scheda video discreta NVIDIA GeForce GTX 1650 Ti e SSD PCIe M.2 fino a 2 GB.

La connettività è garantita dai moduli WiFi 802.11ax e Bluetooth 5.0. Sono inoltre presenti quattro altoparlanti, una porta USB 3.2 Type-A e due porte USB Type-C (USB4 per il modello da 14 pollici). La versione con cover in pelle ha un touchpad in vetro con feedback aptico e un lettore di impronte digitali ad ultrasuoni.

I prezzi base sono 1.799 euro (14 pollici) e 1.999 euro (15,6 pollici). Entrambi saranno disponibile da ottobre.

Lenovo Yoga Slim 9i

Lenovo Yoga Slim 9i
Il Lenovo Yoga Slim 9i ha una cover in pelle, schermo da 14 pollici (3840×2160 o 1920×1080 pixel), processori Intel Tiger Lake, fino a 16 GB di RAM, SSD PCIe M.2 fino a 2 TB, due altoparlanti, tre porte USB4 Type-C (Thunderbolt 4) e tastiera retroilluminata con sensore di luce ambientale.

Il convertibile sarà in vendita da novembre ad un prezzo base di 1.899 euro.

Lenovo Legion Slim 7i

Lenovo Legion Slim 7i
Questo notebook appartiene alla serie Legion, quindi è indirizzato ai gamer. Lenovo offre diverse configurazioni con schermo da 15,6 pollici (3840×1080 o 1920×1080 pixel, 60 o 144 Hz), processori Intel Core i5/i7/i9 serie H, 8/12/16 GB di RAM, SSD PCIe M.2 fino a 2 TB e schede video NVIDIA GeForce GTX 1650 Ti/GTX 1660 Ti/RTX 2060.

Sono inoltre presenti altoparlanti stereo, due porte USB 3.2 Gen 2, due porte Thunderbolt 3, lettore di impronte digitali, card reader SD e tastiera retroilluminata. Il notebook sarà disponibile da ottobre ad un prezzo base di 1.299 euro.

TSMC

Hardware

TSMC: ecco i primi $3,5 miliardi per la nuova fonderia di chip USA

Alfonso Maruccia | 13 Novembre 2020

Hardware TSMC

La corporation taiwanese ha ufficialmente dato il via al nuovo investimento per un impianto produttivo negli USA. La fonderia americana di TSMC entrerà in funzione nei prossimi anni.

Anche se Donald Trump ha terminato la sua corsa elettorale con una disfatta senza precedenti a beneficio di Joe Biden, almeno una delle iniziative del presidente americano più twittarolo di tutti i tempi è destinata a restare. L’impianto USA di TSMC è quasi pronto al via, con un investimento iniziale piuttosto sostanzioso.

La fonderia di chip asiatica ha da tempo confermato la volontà di espandere le attività produttive fuori dai confini di Taiwan, e anche grazie alle pressioni dell’amministrazione Trump TSMC ha programmato un investimento totale di 12 miliardi di dollari (entro il 2029) per un impianto da costruire negli Stati Uniti.

Wafer al silicio (TSMC)

Il Consiglio di Amministrazione di TSMC ha ora approvato un primo investimento di $3,5 miliardi, cifra che andrà a finanziare una nuova azienda sussidiaria con base a Phoenix, capitale dello stato sudoccidentale dell’Arizona. I lavori di costruzione partiranno nel 2021, mentre la produzione ad alti volumi dovrebbe partire nel 2024.

Secondo i piani già fissati, la fonderia americana di TSMC dovrebbe dare lavoro a 1.600 persone (senza considerare l’indotto) e avere una capacità iniziale di 20.000 wafer al silicio prodotti ogni mese. Il nodo produttivo sarà quello a 5nm, quindi meno avanzato dei processi impiegati negli impianti di Taiwan.

Nondimeno si tratta di un’iniziativa molto vantaggiosa per TSMC, che con la sua nuova struttura americana potrà contare sulle stesse catene di fornitori a disposizione di Intel (che possiede più di un impianto di produzione in Arizona e Oregon) e avrà accesso ai talenti locali grazie una divisione di ricerca&sviluppo dedicata.

Hardware

Utility

HiBit System Information, analisi hardware gratuita e completa

Alfonso Maruccia | 6 Novembre 2020

Hardware Software

HiBit System Information è una utility per l’analisi dell’hardware del PC molto interessante. Un programma gratuito che fornisce un bel po’ di informazioni dettagliate.

HiBit System Information è un programma specializzato nell’analisi dell’hardware del PC, un tool che oltre al fatto di essere gratuito può vantare una notevole capacità di approfondimento sulle caratteristiche dei componenti hardware.

Il software è disponibile in due diverse versioni, installabile o portabile, e in quest’ultimo caso basta lanciare il file eseguibile presente nell’archivio ZIP per cominciare a usare subito l’ultima versione disponibile. HiBit System Information fornisce informazioni dettagliate sulla configurazione del PC, lo stato di salute delle unità di storage, la lista del software installato e altro ancora attraverso un’interfaccia facile da utilizzare a base di schede.

HiBit System Information - 1

La prima scheda con cui si apre il programma fornisce un riassunto della configurazione di sistema, con l’indicazione del sistema operativo, la CPU, la GPU, la RAM, e altri componenti di base. Potremo quindi approfondire ogni aspetto passando alle due schede aggiuntive sull’Hardware e il Software.

HiBit System Information - 2

Nella scheda dell’hardware avremo a disposizione un ulteriore gruppo di schede tra cui scegliere, con la possibilità di analizzare in dettaglio le caratteristiche della CPU, i banchi di memoria DRAM, la motherboard, il BIOS, il display (ovvero monitor+GPU), i dischi di sistema (con tanto di stato S.M.A.R.T. laddove supportato), i dispositivi per la stampa (virtuali o reali), la rete, la batteria, audio e dispositivi di puntamento.

HiBit System Information - 3

Passando al software, invece, avremo accesso alle informazioni sul sistema operativo attualmente in uso, la sicurezza (ovvero antivirus, firewall e aggiornamenti installati), i processi in memoria, i servizi, i driver di sistema, i programmi che si avviano assieme a Windows e quelli installati.

HiBit System Information - 4

Tra i pochi appunti che è possibile fare a HiBit System Information c’è l’impossibilità, a quanto ci è dato di capire, di modificare le dimensioni della finestra del programma, e una compatibilità non perfetta con l’hardware di ultimissima generazione o con lo storage basato su protocollo NVMe.

HiBit System Information - 5

Un “plus” del programma è invece la capacità di creare un rapporto HTML con tutte le informazioni raccolte sul sistema grazie all’apposito comando raggiungibile tramite il pulsante Menu in alto a destra. In questo caso potremo scegliere e personalizzare in libertà quali schede e ambiti di analisi includere nel rapporto.

HiBit System Information - 6

Sempre dal Menu indicato poc’anzi potremo impostare un tema scuro in alternativa a quello standard (chiaro), controllare la presenza di aggiornamenti, visualizzare le informazioni sul programma, ripulire le tracce di HiBit System Information (invero piuttosto scarse) dal sistema in seguito all’uscita.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.