Google Chromecast render

Nuovo Google Chromecast, render svela il design

Le immagini ufficiali del nuovo Chromecast con Google TV mostrano il design del dongle HDMI e il telecomando in dotazione con pulsanti per YouTube e Netflix.

Google ha organizzato un evento per il 30 settembre, durante il quale annuncerà almeno quattro prodotti. Oltre agli smartphone Pixel 4a 5G e Pixel 5 è previsto il debutto di uno smart speaker e soprattutto di un nuovo Chromecast. Il dispositivo, noto per adesso con il nome in codice Sabrina, avrà un design simile all’attuale modello, ma cambierà il sistema operativo e verrà abbinato ad un telecomando.

Il noto leaker Roland Quandt ha pubblicato alcuni render ufficiali del dispositivo, il cui nome commerciale dovrebbe essere Google Chromecast con Google TV. Google TV sarà probabilmente il nuovo nome di Android TV. Sul dongle HDMI è quindi presente un sistema operativo completo che permetterà di installare app Android, in modo simile al Fire TV Stick di Amazon. Ovviamente sarà ancora possibile effettuare il casting da smartphone e tablet.

Il dispositivo ha una forma ovale e un telaio in plastica. Oltre alla porta HDMI ci sono la porta USB per l’alimentazione, un LED di stato e un pulsante di reset. La dotazione hardware dovrebbe comprendere il processore quad core Amlogic S905X2, 2 GB di RAM e uno spazio di storage. Altra novità è il telecomando con un D-pad, pulsanti per disattivare l’audio, tornare indietro e alla home, spegnere il device, attivare Google Assistant e accedere direttamente a YouTube e Netflix. Lungo il lato destro ci sono anche i pulsanti per regolare il volume.

Google Chromecast render

Il nuovo Chromecast con Google TV dovrebbe essere offerto in almeno tre colori: grigio, rosa e blu. Il prezzo previsto è 49,99 dollari, quindi in Italia potrebbe costare 49,99 euro. I prezzi degli attuali modelli sono 39,00 euro (Chromecast) e 79,00 euro (Chromecast Ultra).

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.