SK hynix DDR5

SK hynix annuncia la prima DRAM DDR5

SK hynix ha annunciato il lancio delle prime DRAM DDR5 al mondo, in grado di offrire prestazioni quasi doppie rispetto alle precedenti DRAM DDR4.

SK hynix ha annunciato il lancio del primo modulo di memoria DDR5 al mondo, a distanza di soli tre mesi dall’approvazione delle specifiche da parte del JEDEC. I principali miglioramenti rispetto alle DDR4 sono capacità, larghezza di banda, latenza e consumi. Le nuove DRAM verranno supportate dai futuri processori di Intel e AMD.

SK hynix ha avviato lo sviluppo dei chip da 16 Gb a novembre 2018. Durante quasi due anni ha fornito vari campioni ai partner, tra cui Intel, effettuato numerosi test e validato la compatibilità dei moduli. L’incremento di prestazioni rispetto alla DDR4 è di 1,8 volte. Le DDR5 del produttore coreano raggiungono i 5,6 Gbps (contro i 6,4 Gbps teorici). La nuova DRAM funziona con una tensione di 1,1 Volt (contro 1,2 Volt della DDR4), consentendo una riduzione dei consumi fino al 20%.

SK hynix DDR5

Utilizzando la tecnologia TSV (through-silicon-via), SK hynix può realizzare moduli DDR5 da 256 GB. I chip supportano inoltre la correzione degli errori (ECC). Le DDR5 verranno inizialmente utilizzate nei server, quindi per l’esecuzione di operazioni piuttosto complesse nei campi dell’intelligenza artificiale, machine learning e Big Data. I chip troveranno posto su moduli RDIMM (Registered DIMM) e LRDIMM (Load Reduced DIMM).

I moduli DDR5 hanno lo stesso numero di pin (288) dei moduli DDR4, ma la disposizione è differente. Ciò significa che non potranno essere installati negli slot DDR4 (servono nuove schede madri). Gli utenti consumer dovranno attendere il supporto da parte dei processori Intel Alder Lake e AMD Zen 4, il cui debutto ufficiale dovrebbe avvenire tra fine 2021 e inizio 2022. Nel corso dei prossimi mesi sono attesi simili annunci da parte dei concorrenti di SK hynix.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.