Nuovo record di prestazioni Samsung: regina di Ssd

Con il mercato ormai pronto la casa coreana scende in campo con Ssd 830: mostrando i muscoli alla concorrenza e sfornando il miglior disco allo stato solido oggi in commercio.

Anteprima di Davide Piumetti

Articolo tratto da PC Professionale 248 di novembre 2011

Samsung, finora rimasta fuori dal mercato di massa, è probabilmente il concorrente più temibile per qualunque azienda attiva nel settore degli Ssd. Non solo il colosso sud-coreano è leader mondiale nella produzione di celle di memoria flash alla base di tutti i dischi allo stato solido, ma è anche all’avanguardia nella realizzazione in proprio dei controller dati e dei chip delle cache. Ne consegue che l’azienda ha in casa tutte le conoscenze necessarie per emergere e imporsi in un mercato che inizia a mostrare numeri di crescita sempre più consistenti. Seguendo questa linea Samsung ha prodotto due serie distinte di Ssd dedicate a fasce di mercato differenti, la 470 con connessione Sata II per utenti mainstream e la 830 che analizziamo in queste pagine, soluzione di fascia alta che si pone in diretta concorrenza con i top del settore.

Sul mercato esistono attualmente due tipologie di Ssd di fascia alta: la prima è costituita dai modelli Crucial che utilizzano un controller proprietario Micron-Intel e celle di memoria Micron, la seconda raccoglie tutti gli “assemblatori” di Ssd che usano il controller SandForce 2000 e celle di memoria di diverso tipo (Toshiba, Micron, Samsung). Tra questi citiamo quelli maggiormente presenti sul mercato, come OCZ con le serie Vertex 3, Agility 3 e Solid 3 (usano celle differenti), Adata con il S511, Kingston Hyper-X, Patriot Wildfire e Pyro e Corsair Force 3. Questi modelli hanno velocità  di circa 500 Mbyte/s e ottimi risultati nel trattamento delle Iops.

Il modello annunciato da Samsung si pone come obiettivo di debuttare nel segmento ottenendo subito lo scettro prestazionale. Il prodotto è disponibile in quattro diverse capacità : 64, 128, 256 e 512 Gbyte. Le prestazioni dichiarate dal produttore sono variabili in base a quest’ultima e le trovate elencate qui sotto. I valori sono complessivamente ottimi, sia in termini di velocità  massima sia per quanto riguarda le Iops.

Il disco ha un fattore di forma classico da 2,5 pollici e uno spessore ridotto di 7 mm, inferiore ai classico 9,5 mm dei dischi per notebook. Il disco è però in commercio in due distinte versioni: una contiene una staffa adattatrice in acciaio e i cavi di alimentazione e connessione per alloggiare al meglio il prodotto in un sistema desktop, l’altra invece un semplice connettore Sata-Usb dedicata più al mondo notebook. Entrambe hanno in dotazione due software molto interessanti: il primo è Norton Ghost, dedicato alla creazione e al recupero delle immagini di sistema, il secondo è invece sviluppato da Samsung stessa, prende il nome di Ssd Magician e permette un controllo completo del prodotto. Dalle pagine del software è infatti possibile aggiornare il firmware del prodotto, verificarne le prestazioni attraverso benchmark dedicati e ottimizzarle modificando in maniera semplice i parametri del sistema operativo. Oltre a queste operazioni si può anche eseguire un secure erase, che cancella tutti i dati dal disco riportandolo alle condizioni iniziali. Una sezione in particolare è utile durante il primo utilizzo del disco: la Disk Clone permette infatti di collegare il Samsung 830 a un Pc già  operativo, clonare su di esso il disco contenente il sistema operativo e iniziare di conseguenza a lavorare su un sistema già  funzionante beneficiando della velocità  propria del prodotto senza dover installare nuovamente il tutto.

PCProfessionale © riproduzione riservata.