Hardware

Una digital audio workstation completa ma accessibile

Redazione | 16 Aprile 2012

Reaper 4 può trasformare il vostro computer in una Digital Audio Workstation completa in grado di gestire centinaia di tracce e persino […]

Reaper 4 può trasformare il vostro computer in una Digital Audio Workstation completa in grado di gestire centinaia di tracce e persino progetti multicanale.

Anteprima di Filippo Moriggia

Articolo tratto da PC Professionale 252 di marzo 2012

Reaper è un programma di registrazione e produzione musicale che si distingue dai suoi concorrenti per alcuni aspetti importanti. Partito come progetto indipendente di uno degli sviluppatori più conosciuti dell’era di Internet (Justin Frankel, il creatore di Winamp e Gnutella) ha raggiunto un livello di sofisticazione e un numero di funzioni davvero impressionante. Il software oggi compete direttamente con programmi del calibro di Steinberg Cubase, Avid Pro Tools e Cakewalk Sonar. Rispetto a questi pacchetti include pochissimi strumenti virtuali e non ha una libreria di loop, ma è molto più leggero e può essere scaricato da Internet in pochi minuti (il programma di installazione completo è di circa una decina di Mbyte). Reaper ha poi un modello di business completamente originale. Il pacchetto liberamente scaricabile dal sito del programma è infatti già  il software completo in tutte le sue funzionalità , anche se funziona solo per 30 giorni. Chi vuole utilizzarlo, dopo questo periodo di prova, deve acquistare una licenza disponibile a due prezzi distinti: solo 60 dollari Usa per chi lo utilizza per fini no-profit oppure per scopi commerciali (ma senza superare i 20.000 dollari Usa di ricavo lordo annuale); 225 dollari per tutti gli altri utenti. La licenza ha poi una validità  doppia rispetto a quella degli altri programmi: permette infatti di ricevere tutti gli aggiornamenti del software per ben due major release. Chi acquista il programma oggi (la release corrente è la 4,19) ha dunque diritto a ricevere tutti gli aggiornamenti fino al rilascio della versione 5.99.

Reaper è disponibile per tutte le versioni di Windows da 98 fino a 7 e per Mac OS X dalla versione 10.4 alla 10.7. Esiste anche una versione nativa a 64 bit del programma per i sistemi Windows XP, Vista e 7. La versione a 64 bit per Mac invece è al momento disponibile solo come beta. Oltre ai sistemi operativi citati Reaper supporta anche Wine, il sistema di emulazione della piattaforma Windows che può essere installato sulla maggior parte delle distribuzioni Linux.

L’interfaccia è il componente che ha subito l’evoluzione più significativa nel passaggio alla versione 4.0. Completamente configurabile, si adatta a monitor di qualsiasi dimensione.

Il programma è disponibile soltanto in lingua inglese, ma può essere parzialmente localizzato in italiano grazie al progetto di terze parti Menuset, accessibile all’indirizzo www.menuset.decarider.com. Esiste anche una sezione del forum ufficiale di Reaper dedicata agli utenti italiani, in cui vengono suggeriti, tra l’altro, alcuni strumenti virtuali e archivi di loop che possono essere usati per colmare quella che è una delle principali mancanze del software. Tra gli strumenti gratuiti segnalati sono presenti pacchetti di ottima qualità , come il set Komplete Players di Native Instruments, SampleTank Free di Ik Multimedia e Drumcore Free di Sonoma Wireworks. Reaper è compatibile praticamente con tutte le interfacce audio professionali e no disponibili sul mercato In particolare supporta i protocolli Asio, Core Audio, Wdm, WaveOut, DirectSound e Wasapi. Inoltre può utilizzare i plug-in di terze parti basati sui formati VST, VSTi, DX, DXi, Au (solo Mac), ReWire e JS. La versione a 64 bit del software può gestire direttamente i plug-in a 32 e a 64 bit basati sul protocollo Vst e sfrutta un sofisticato sistema di firewalling per proteggere il programma da eventuali crash di questi componenti, che potrebbero compromettere la stabilità  dell’intero software. Grazie ad esso Reaper può assegnare ad ogni plug-in fino a 3 Gbyte di Ram, senza che sia necessario condividere questo spazio di memoria con il software principale.

Reaper può importare materiale audio in quasi tutti i formati audio, inclusi naturalmente Wav, Ogg, Mp3 e Flac. Inoltre può esportare direttamente nei formati Mp3, Ogg, Wave, Wavpack, Aiff, Iso e Ape. Il software include anche un’utility semplice ma estremamente potente per la conversione rapida di file audio in formati differenti. Stiamo parlando del Batch File/Item Converter, accessibile direttamente dal menu File: permette non solo di convertire i file modificandone se necessario la frequenza di campionamento, la risoluzione o il numero di canali, ma anche di rinominare i file originali a partire dal nome o dai metadati inclusi nel file stesso.

< Indietro Successivo >

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.