whatsapp come chattare con chi ci ha bloccato

Come chattare su WhatsApp con chi ti ha bloccato

Ecco un trucco per chattare con una persona che ci ha bloccato su WhatsApp, ricorrendo a un metodo che sfrutta le chat di gruppo

Può succedere che a causa di litigi o scontri verbali, qualcuno possa decidere di bloccarci su WhatsApp. Tuttavia esiste un modo per chattare con qualcuno che ci ha bloccato su WhatsApp, anche se serve l’aiuto di una terza persona, che possa far funzionare il trucco. Non serve alcuna app di terzi parti, ma il tutto è possibile restando dentro all’app di messaggistica.

In questo caso è d’obbligo sottolineare, che anche se si vuole chattare con qualcuno che ci ha bloccato, è il caso di rispettare la scelta di questa persona. Se ha scelto di non avere contatti con noi avrà i suoi motivi, pertanto non bisognerebbe violare la sua decisione. Non volendo più avere interazioni virtuali su WhatsApp, sarà infatti impossibile accedere alla chat privata con chi ci ha bloccato. Ma nel caso in cui si senta un bisogno di un confronto o si pensi possa trattarsi di un errore, ecco come chattare con una persona che ci ha bloccato su WhatsApp.

Vi ricordiamo di sfruttare questo metodo con buonsenso, evitando di recare alcun tipo di danno alla persona interessata.

Come chattare su WhatsApp con chi ti ha bloccato

Come già specificato, la prima cosa da fare è chiedere l’aiuto di una terza persona, che abbia il vostro contatto e anche della persona che vi ha bloccato. Anche in questo caso, vi ricordiamo che diffondere i dati di altre persone senza consenso è illegale, pertanto bisogna affidarsi a chi conosce già il numero della persona che vi ha bloccato. Il prossimo passaggio è quello di creare una chat di gruppo. Dopodiché, la persona giunta in vostro aiuto dovrà abbandonare la chat di WhatsApp, lasciandovi soli con chi vi ha bloccato.

Qui quindi potrà leggere tutti i vostri messaggi nel gruppo WhatsApp, anche se vi ha bloccato. Ovviamente il tutto sarà possibile a meno che la persona interessata non scelga di abbandonare il gruppo.

PCProfessionale © riproduzione riservata.