HowTo | Software

Come configurare la Webmail di Gmail per l’uso offline

Alfonso Maruccia | 28 Settembre 2018

Google Servizi Web

Presto non sarà più possibile accedere alla app di Chrome per usare la Webmail di Google off-line, ma l’alternativa è già pronta: la funzionalità è stata implementata in maniera nativa con il recente aggiornamento di Gmail.

L’uso completo della Webmail di Google anche in assenza di una connessione a Internet stabile è un’opzione ancora apprezzata da svariati milioni di utenti, anche se la recente decisione di Mountain View di eliminare l’app che serviva a questo scopo dallo store di Chrome sembrerebbe negare del tutto questa possibilità. La funzionalità off-line è stata in realtà “promossa” allo status di opzione nativa, ed è ore possibile configurare questa modalità direttamente dalle opzioni di Gmail.

Le opzioni per gestire la modalità off-line sono parte integrante dell’ultimo aggiornamento di Gmail, e rientrano nello sforzo di Google di sostituire le app ufficiali ora disponibili sullo store dei componenti per Chrome con le rispettive funzionalità native dei servizi Web offerti dalla corporation. Oltre all’ovvia necessità di avere accesso alla nuova versione di Gmail, l’altro requisito al momento indispensabile per usare la modalità off-line della Webmail è quello di utilizzare una versione recente del browser Chrome (dalla release 61 in poi).

Per abilitare la modalità off-line occorre accedere alle Impostazioni di Gmail utilizzando l’icona-ingranaggio presente nella parte in alto a destra dell’interfaccia della Webmail, fare prevedibilmente click sulla voce Offline delle suddette impostazioni e spuntare la casella Attiva posta offline. Ora potremo procedere a modificare le (poche) opzioni messe a disposizione da Google, vale a dire il numero di giorni da includere nella sincronizzazione delle e-mail per l’accesso off-line, l’aggiunta o meno degli allegati, e il comportamento da tenere in seguito alla disconnessione dall’Account Google con la conservazione o meno dei dati off-line.

Una volta salvate le modifiche con l’apposito pulsante, Gmail provvederà a sincronizzare i dati attenendosi alle opzioni da noi specificate; la quantità di spazio occupato dalle mail con gli (eventuali) allegati su disco fisso sarà liberamente consultabile dalle Impostazioni Offline alla voce Archiviazione. Una volta terminata la sincronizzazione, un messaggio dell’interfaccia di Gmail ci comunicherà che la Webmail è “pronta per la modalità offline”.

Gmail offline - Sincronizzazione effettuata

Gmail offline – Sincronizzazione effettuata

Il supporto off-line di Gmail non offre al momento altre opzioni di personalizzazione avanzata, e lo stesso processo di sincronizzazione sembra essere gestito in maniera del tutto automatica dagli algoritmi proprietari di Google; in generale, qualsiasi e-mail venga visionata tramite una connessione a Internet funzionante viene aggiunta alla cache off-line nella sua interezza. Gli oltre 6 milioni di utenti che usano Gmail off-line dovranno in ogni caso adattarsi: l’estensione ufficiale verrà rimossa dallo store di Chrome il 3 dicembre 2018, e a quel punto l’alternativa sarà tra la nuova modalità off-line di Gmail o l’upgrade a un client di posta elettronica degno di questo nome come Mozilla Thunderbird.

Google semplifica le ricerche: ecco cosa cambierà

News

Google semplifica le ricerche: ecco cosa cambierà

Andrea Sanna | 6 Dicembre 2022

Google

Google apporta delle modifiche e semplifica le ricerche. Scopriamo insieme cosa cambierà con il nuovo aggiornamento

Ricerche semplificate su Google

Tra le tante novità di queste settimane, una arriva direttamente da Google. Attualmente nel motore di ricerca ci troviamo ad avanzare pagina per pagina quando facciamo una ricerca. Ma ora L’azienda informatica statunitense semplifica anche questa funzione.

In che modo? I risultati di Google sul desktop li vedremo in un’unica pagina dallo scrolling continuo. Esattamente come avviene per i dispositivi mobile, ora anche sui pc sarà possibile. Come informato da Mountain View, però, non si tratterà di un vero e proprio scorrimento infinito, ma 6 pagine totali racchiuse in un’unica.

Terminate le sei pagine, Google mostrerà la scritta: “vedi altro“, che permetterà dunque di poter proseguire con la ricerca. Questo quanto si legge dalla pagina ufficiale presente su Twitter.

“A partire da oggi, stiamo introducendo lo scorrimento continuo sul desktop in inglese negli Stati Uniti in modo che tu possa continuare a visualizzare facilmente più risultati di ricerca. Quando raggiungi la parte inferiore di una pagina dei risultati di ricerca, ora potrai visualizzare fino a sei pagine di risultati”.

Questa importante novità di Google parte dagli Stati Uniti con le ricerche in lingua inglese. Pian piano il tutto si estenderà anche negli altri Paesi e di conseguenza nelle varie lingue.

Quando arriva in Italia? Vi chiederete. L’attesa sembra essere ancora, ma non dovrebbero essere così lunghe le tempistiche. Ciò che è certo è che da ora in poi la ricerca su Google sarà continua e non divisa in pagine. I risultati della ricerca, dunque, arriveranno man mano che si scorre con la pagina.

Google quindi apporta una semplificazione importante al suo motore di ricerca. Questa scelta, sicuramente, avvantaggerà anche i siti che non si ritroveranno a figurare dalla seconda pagina in poi, anziché sulla prima. Un piccolo premio, quindi, per quegli articoli che compaiono oltre la prima pagina. Ma sarà comunque importante comparire tra i primissimi risultati.

Tra l’altro Google ha anche pensato come l’utente medio anziché proseguire nella propria ricerca, non vada oltre le prime quattro pagine. In questo modo, dunque, qualcosa forse potrebbe cambiare.

Mini cup google come attivare

HowTo

Come attivare Mini Cup: il minigioco dei Mondiali su Google

Martina Pedretti | 22 Novembre 2022

Easter Egg Google

Su Google arriva l’easter egg del minigioco dei Mondiali, Mini Cup: come attivarlo e come giocare da smartphone

Su Google arriva l’easter egg Mini Cup, il minigioco dei Mondiali

Su Google è arrivato Mini Cup, un minigioco nascosto tra la homepage di Google per celebrare l’inizio dei Mondiali. Infatti gli utenti potranno sbloccarlo e giocarci veramente, sfruttando la classica metodologia per attivare gli easter egg del motore di ricerca.

Come sbloccare Mini Cup su Google

Mini Cup
Mini Cup

Per attivare l’easter egg di Google vi basterà scrivere la parola Qatar 2022 nella barra di ricerca del browser. Così facendo sullo schermo apparirà un’icona di un pallone bianco su sfondo blu, in basso a destra dei risultati, che sarà da cliccare. Questo easter egg di Google funziona solo da smartphone, non da browser. Lo si può attivare anche digitando MondialiWorld CupCoppa del mondo.

Dopo aver cliccato l’icona si sbloccherà Mini Cup: i giocatori potranno scegliere una delle partite in programma e sfidare il portiere avversario, CPU, a una serie di calci di rigore. Questo gioco nasce per battere il proprio record e segnare quanti più rigori di fila senza sbagliare.

Negli anni Google ci ha regalato tanti easter egg simili, a tema MarvelFriendsIl mago di Oz e più recentemente per la sonda DART, o quello di Velma e ancora quello di House of the Dragon.

Recuperare una password salvata su Google Chrome

HowTo | Software

Come recuperare le password salvate su Google Chrome

Martina Pedretti | 8 Gennaio 2021

Google

Recuperare una password salvata su Google Chrome si può? Ecco come fare su Mac e Windows Uno dei problemi maggiori […]

Recuperare una password salvata su Google Chrome si può? Ecco come fare su Mac e Windows

Uno dei problemi maggiori dei tempi tecnologici che viviamo è scegliere una password che sia in grado di proteggerciLe password, infatti, proteggono i dati più sensibili che abbiamo online, dai contenuti dei nostri profili social a email e operazioni bancarie. Può capitare di non ricordare la password che abbiamo scelto per un determinato servizio ma i moderni browser offrono la possibilità di salvare le password. Ma come fare a recuperare una password salvata su Google Chrome?

In realtà la procedura è piuttosto semplice ma naturalmente occorre sapere dove andare a cercare. C’è da ricordare, tuttavia, che se avete cambiato la password in questione e avete deciso di non procedere all’upload del contenuto nel vostro broswer, potreste non essere in grado di riavere la vostra parola chiave.

Leggi anche Come fare parentesi graffe e quadre su Windows e Mac

Recuperare una password salvata su Google Chrome su Windows e Mac

Recuperare una password salvata su Google Chrome

Recuperare una password salvata su Google Chrome: le impostazioni

Se avete scelto il browser di casa Google, recuperare la vostra password sarà molto semplice, sia con Windows che con Mac. Iniziate, naturalmente, aprendo il vostro browser. Una volta che questa vi sarà aperta, andate nella parte superiore dello schermo. Sul lato destro troverete un’icona formata da tre punti posti in verticale.

In basso troverete la voce IMPOSTAZIONI. Cliccateci su e vi comparirà una prima schermata con tutto l’impianto per le personalizzazioni di Google Chrome. In alternativa, potete digitare nella barra degli indirizzi chrome://settings e dare “Invio”.

Ricerca e schermata “Password”

Recuperare una password salvata su Google Chrome

Nel campo di ricerca superiore digitate il termine PASSWORD. Questa impostazione è estremamente utile per procedere alla ricerca di una particolare funzione all’interno di Chrome. La ricerca, infatti, permette di evidenziare tutti i campi che contengono la parola di ricerca.

In questo caso, dunque, verranno evidenziati tutti i campi in cui compare la parola “password“. Scegliete il campo “PASSWORD” tra quelli evidenziati. Nella finestra che vi si apre avrete diverse opzioni. Innanzitutto vi comparirà “Chiedi di salvare la password“. Se questa impostazione è attiva, al di sotto di essa troverete tutte le vostre parole chiave associate al sito e all’indirizzo in cui le avete utilizzate.

Recuperare una password salvata su Google Chrome: come visualizzare le password

Recuperare una password salvata su Google Chrome

Recuperare una password salvata su Google Chrome: vedere le password

Anche in questo caso avrete la possibilità di fare una ricerca per sito per rintracciare facilmente la password di cui avete bisogno. Potete cercare compilando il campo in alto a destra. Una volta selezionata la voce di cui avete bisogno, potete richiedere a Google Chrome di mostrarvi la password in chiaro cliccando sull’icona dell’occhio che trovate sul lato destro della corrispondenza.

Per evitare il furto delle parole chiave, Google Chrome vi chiederà di inserire la password o PIN di accesso al vostro PC o Mac. In caso di password errata o non inserita, non sarà possibile visualizzare le vostre parole di sicurezza.

Se la password è corretta, invece, avrete accesso alla vostra password salvata su Google Chrome.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.