HDD

Come monitorare le attività dei dischi di sistema con SSD-LED

SSD-LED è un’utility estremamente compatta che serve a tenere sotto controllo l’attività di SSD e HDD montati sul PC. Un’ottima alternativa per i proprietari di macchine sprovviste dei classici LED di stato “fisici”.

SSD-LED appartiene alla stessa categoria del già trattato addLEDs, ovvero a quel tipo di software nato con lo scopo di sopperire alla mancanza, sui certi PC Windows recenti, di LED di stato in grado di evidenziare le attività di lettura e scrittura sui dischi di sistema.

Ancor più di addLEDs, SSD-LED si presenta come un “indicatore di attività dei drive” puro e semplice: il programma è open source, e nella versione testata per questa guida (1.0.4) è disponibile sia sotto forma di installer che di semplice eseguibile autonomo. La versione stand-alone è estremamente compatta (poco più di 30 kilobyte), e una volta scaricata può essere eseguita per lanciare immediatamente il tool in memoria.

SSD-LED - 1

Una volta avviato, SSD-LED visualizzerà il suo pallino-LED lampeggiante nell’Area di Notifica della Barra delle Applicazioni di Windows. L’indicatore si attiverà in concomitanza con le operazioni di I/O, evidenziando graficamente quando il sistema operativo e le applicazioni scrivono e/o leggono dati su uno dei dischi collegati al sistema.

Facendo clic sul pallino-LED si accede alla schermata principale di SSD-LED organizzata per schede. Nella prima scheda (Drive Setup) viene presentato un grafico aggiornato in tempo reale con le prestazioni dei dischi in lettura/scrittura (espresse in megabyte al secondo), più due slide personalizzabili in cui possiamo variare il limite dei trasferimenti di dati di sopra del quale SSD-LED registra le attività su disco (800 kilobyte/s di default) e l’intervallo di aggiornamento dell’indicatore (1/10 di secondo o altro).

SSD-LED - 2

Più in basso, è possibile selezionare un singolo drive al posto del monitoraggio “globale” di tutti i dischi, usando poi il pulsante Save Config per salvare le nuove impostazioni (slide più monitoraggio individuale). La scheda Other Settings serve infine a impostare l’eventuale avvio automatico di SSD-LED assieme a Windows. Per uscire dal programma, invece, occorre selezionare la voce Exit dal Menu Contestuale accessibile dall’icona-LED nell’Area di Notifica.

SSD-LED è una piccola utility specializzata che offre ben pochi fronzoli, un programma potenzialmente molto utile a chi si ritrova con un PC sprovvisto di LED fisici o a chi comunque preferisce avere a disposizione degli indicatori virtuali direttamente sulla Barra di Windows. In più il progetto è open source, e quindi può solo migliorare in futuro.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.