Google logo, 2015

Gli Easter Egg grafici di Google

Il search Web di Google include una serie Easter Egg “grafici” in grado di modificare i risultati delle query di ricerca con vari effetti “speciali”.

In quel di Mountain View vige evidentemente una vera e propria cultura degli Easter Egg, visto che il search engine più popolare del Web include una quantità quasi sterminata di “sorprese”, effetti e funzionalità nascoste in ambito videoludico, cinematografico o più semplicemente autocelebrativo.

Tra gli Easter Egg che potremmo considerare superflui, utili giusto a sperimentare qualche effetto speciale nella presentazione dei risultati di ricerca o magari per vantarsi con amici e collegi, ci sono tre effetti grafici raggiungibili (come sempre) con altrettante query di ricerca pertinenti.

Google, query askew

Il primo Easter Egg grafico di Google si attiva cercando il termine askew, una ricerca che spinge Google a presentare i risultati leggermente di traverso (in stile “torre di Pisa” per intenderci), pendenti da sinistra verso destra. Un trucchetto ideale per far impazzire i designer o magari i colleghi affetti da un leggero disturbo OCD…

Il secondo effetto speciale nascosto di Google è quello connesso alla query do a barrel roll, un Easter Egg che attiva una sorta di mulinello con la rotazione dei risultati di ricerca prima di tornare alla visualizzazione normale.

Google, query webdriver torso

Il terzo Easter Egg grafico “speciale” di Google viene infine attivato da webdriver torso, una query che trasforma il logo di Google in una serie di blocchi colorati in continuo mutamento. Un chiaro riferimento all’omonimo canale di YouTube utilizzato per i test automatici delle performance del servizio.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.