I parametri di ricerca avanzati di Gmail

Grazie anche alla capienza quasi infinita di Gmail, molti utenti conservano anche i messaggi che potrebbero benissimo cancellare e finiscono con ritrovarsi migliaia di email nella casella postale. Google stessa incentiva questo modo di gestire la posta elettronica, anche con messaggi ironici come quello che compare nella schermata del Cestino, quando è vuoto: “Che bisogno c’è di eliminare i messaggi quando si ha a disposizione così tanto spazio di memoria?”. Al crescere del numero delle email, però, diventa sempre più complicato individuare un’informazione specifica, magari dopo molto tempo. Google deve la sua fortuna innanzitutto ai servizi di indicizzazione e ricerca, e ha trasferito anche in Gmail tutte le principali funzioni di ricerca avanzata, a cui ha affiancato alcuni strumenti che permettono di trattare gli attributi specifici dei messaggi di posta elettronica. Basta quindi, per esempio, utilizzare l’operatore label: per limitare la ricerca ai soli messaggi contrassegnati con una specifica etichetta, oppure after: per cercare solo tra i messaggi scritti e ricevuti dopo una particolare data. Ma gli operatori disponibili sono molti di più: ecco alcuni dei più utili.

[symple_box color=”yellow” text_align=”left” width=”100%” float=”none”]

• from:, to: individua i messaggi con un mittente o un destinatario specifico.

• subject: ricerca termini specifici nel campo dell’oggetto.

• label: restringe la ricerca a etichette specifiche.

• has:attachment mostra unicamente i messaggi contenenti  allegati.

• filename: effettua la ricerca nei nomi dei file allegati.

• in:anywhere allarga la ricerca alle cartelle Spam e Cestino, che normalmente ne sono escluse.

• is:starred, is:unread, is:read limitano l’analisi rispettivamete ai messaggi speciali, letti oppure non letti.

• cc:, bcc: permettono di localizzare termini specifici nei campi cc e bcc.

• after:, before:, older:, newer: permettono di limitare le ricerche a intervalli temporali specifici, espressi nel formato aaaa/mm/gg.

• is:chat effettua la ricerca nella cronologia delle sessioni di chat.

• larger:, smaller: ricercano solo i messaggi più piccoli o più grandi di una determinata dimensione.

• rfc822msgid: trova i messaggi corrispondenti a uno specifico header id.
[/symple_box]

Nessun Articolo da visualizzare