Segnalibri sempre aggiornati con Xmarks

Chiunque si sia trovato ad accedere a Internet da casa e dall’ufficio, oppure da computer diversi – ad esempio un desktop e un notebook – probabilmente si sarà  ritrovato a cercare nell’elenco dei Segnalibri (o Favoriti, a seconda del browser utilizzato) che però non erano disponibili perché memorizzati su un Pc diverso. Esistono per fortuna diverse tecnologie e soluzioni per condividere in modo efficace i segnalibri tra più computer e browser: Firefox, per esempio, integra un servizio di sincronizzazione nativo che svolge il proprio compito in maniera perfetta, a patto di utilizzare lo stesso programma su tutte le macchine. Per estendere questa sincronizzazione a browser diversi, sullo stesso computer oppure su macchine diverse, o ancora per ampliare il raggio d’azione ad altre informazioni (cronologia, schede aperte o addirittura dati di login) bisogna invece appoggiarsi a un servizio come Xmarks. Questo sistema è disponibile per tutti i principali browser (Internet Explorer, Firefox, Opera e Safari) e per le piattaforme Windows, Linux e Mac OS X. Xmarks  permette di consultare l’elenco dei segnalibri anche soltanto online, tramite un’interfaccia Web, e consente anche di impostare più profili d’uso (per evitare, ad esempio, di aggiungere al Pc dell’ufficio i segnalibri personali). L’installazione è molto semplice; in Firefox basta andare in Strumenti/Componenti aggiuntivi, inserire la chiave “Xmarks” nel campo in alto a destra e, al termine della ricerca, premere il pulsante Installa di fianco al nome dell’estensione.

Una volta concluso il download, riavviate Firefox con un clic sul collegamento relativo e proseguite con la configurazione: nella pagina iniziale troverete una finestra su cui dovrete fare clic per proseguire con il setup. La prima volta che utilizzerete il programma dovrete seguire il link Fare clic qui per creare un account, che vi porterà  a una pagina dove potrete creare un nuovo account. Successivamente, sugli altri browser e computer dove installerete Xmarks, vi basterà  inserire nome utente e password per farvi riconoscere dal sistema.

Continuando con la procedura di setup, incontrerete varie schermate in cui potrete specificare quali tipologie d’informazioni sincronizzare con il browser in uso, e quale dei profili creati utilizzare. Il servizio offre anche una serie di estensioni per le ricerche su Google e il tagging automatico dei Segnalibri: si tratta di funzioni accessorie, che possono essere lasciate disattivate; l’ultimo passaggio consente infine di determinare la metodologia di sincronizzazione iniziale. Potrete scegliere se unire i segnalibri locali a quelli remoti, o se eliminare una delle due collezioni, sostituendola con l’altra.

Questa sincronizzazione iniziale potrà  impiegare qualche minuto; subito dopo avrete la possibilità  di condividere con gli altri browser e Pc che utilizzate anche le informazioni di login. Xmarks è stato acquisito da Lastpass, quindi suggerisce l’uso di questo software per la gestione delle credenziali d’accesso ai siti protetti, ma offre anche una funzione di condivisione nativa: per attivarla aprite la finestra di configurazione di Xmarks (potete usare la combinazione di tasti Ctrl+Maiusc+O), selezionate la sezione File da sincronizzare e quindi fate clic sul collegamento Synchronize your Passwords with LastPass!

Nella finestra successiva, fate clic sul link Wait! I need to migrate my password data out of Xmarks first! per attivare la funzione; selezionate la casella di controllo Sincronizza le password e inserite il codice Pin specificato in precedenza per completare la configurazione.

Nessun Articolo da visualizzare