Huawei Mate X

Huawei Mate X ecco lo smartphone pieghevole 5G

Prova di forza di Huawei che a Barcellona presenta un dispositivo foldable con connettività 5G, sottile e potente: Huawei Mate X.

Il 2019 verrà ricordato come l’anno che ha visto l’arrivo sul mercato degli smartphone con display pieghevole. Tutto ha avuto inizio con il CES di gennaio, in cui un’azienda cinese specializzata in display pieghevoli ha mostrato al mondo FlexPai, il primo smartphone con schermo flessibile presentato al mondo. La fretta di arrivare primi, non lo ha risparmiato da qualche visibile difetto. Per un prodotto più completo, si è dovuto aspettare qualche giorno prima del Mobile World Congress durante il Samsung Unpacked 2019, che ha svelato il Galaxy Fold.

Con la cerniera chiusa, ecco il display da 6,6 pollici.

HUAWEI PRESENTA IL PRIMO FOLDABLE 5G

Ed ecco che da Barcellona anche Huawei mostra la sua proposta in questa nuova categoria di dispositivi mobili: Huawei Mate X.
Il dispositivo non è solamente tra i primi a disporre di schermo flessibile, ma è anche il primo della sua categoria ad essere 5G, grazie al chip Balong 5000.

Huawei Mate X si trasforma in un tablet da 8 pollici con circa 6 mm di spessore.

HUAWEI MATE X: SOLO 5,4 MM DI SPESSORE

Huawei Mate X, che debutterà sul mercato intorno all’estate, dispone di uno schermo Oled; la parte frontale è da 6,6 pollici, quella posteriore da 6,38 pollici. Insieme, alla massima estensione, compongono un display da 8 pollici. Il movimento è garantito da una cerniera meccanica denominata Falcon Wing, che permette allo schermo di rimanere piatto anche quando il dispositivo viene utilizzato come tablet. Ciò che sorprende del dispositivo è la compattezza: se chiuso su se stesso arriva ad uno spessore di circa 11 mm, quando “le ali” raggiungono la massima estensione, lo spessore si riduce ad appena 5,4 mm.

PRESTAZIONI AL TOP

Il device sarà mosso dal SoC Kirin 980 e supportato da 8 GB di Ram. Ben 512 GB lo spazio riservato all’utente, che potrà estenderlo fino ad altri 256 GB via Nm Card.
La batteria è composta da due moduli che arrivano a 4.500 mAh totali, in gradi di ricaricarsi dell’85% in mezz’ora.

Il tasto di accensione nasconde un sensore di impronte.

Huawei Mate X equipaggia nella M Barun sensore di impronte integrato nel tasto di accensione e il set fotografico di cui al momento non si conoscono le capacità.

M Bar: a lato il tasto di accensione con fingerprint e tre fotocamere Leica.

Huawei con Mate X non si è di certo lasciata intimorire dalla concorrenza che l’ha preceduta di pochi giorni. Al Mobile World Congress ha portato un dispositivo che è una prova di forza del brand cinese. Per ulteriori informazioni dovremo aspettare i prossimi mesi, sappiamo però che Huawei Mate X sarà tutto fuorché economico: in Europa arriverà nella colorazione Interstellar Blue al prezzo di 2.299 euro.

PCProfessionale © riproduzione riservata.