iPad 2: arrivo previsto per il 2 marzo

Forse ci siamo. Tra indiscrezioni e contro indiscrezioni pare che Apple abbia fissato la data dell’annuncio della nuova generazione di iPad.

Ieri circolava voce che la produzione dell’iPad 2 fosse in ritardo a causa di un “collo di bottiglia” nella macchina produttiva cinese. Le due “gole profonde” di Bloomberg, Vincent Chen ed Alison Chen della società  di analisi di mercato Yuanta Securities, sostenevano che il lancio sarebbe stato posticipato a giugno mandando a monte la road map di Cupertino.

Oggi, una fonte interna ad Apple rigorosamente anonima, confida che invece la produzione dell’iPad 2 prosegue senza inconvenienti e che il successore del “magico e rivoluzionario” device di Cupertino salirà  sul palco del Yerba Buena Center for the Arts di San Francisco il prossimo 2 marzo. Spiccherà  l’assenza di Steve Jobs, salvo colpi di scena dell’ultimo minuto, sostituito nel ruolo di CEO da Tim Cook.

Ma come sarà  l’iPad 2? Sul Web sono circolate negli ultimi mesi ipotesi di ogni tipo, dalle più improbabili a quelle più ovvie. C’è chi sostiene che avrà  il Retina display come l’iPhone 4, mentre altro lo escludono per gli elevati costi di produzione su uno schermo da oltre 9 pollici come quello dell’iPad. Altri continuano a ritenere che Apple potrebbe lanciare anche un modello da 7 pollici per competere con tablet rivali di questa dimensione come il Samsung Galaxy Tab, mentre altri ancora danno per certa la presenza di due fotocamere: una frontale VGA per le videochiamate tramite FaceTime e una posteriore da 3,2 MPixel in grado di girare anhe video in HP a 720p.

I bene informati, infine, scommettono su un processore dual core di produzione Samsung abbinato al un chip grafico dual core SGX543 firmato Imagination Technologies. Altri rumour parlano della tecnologia NFC (Near Field comminication) per i pagamenti elettronici, mentre meno probabile è la presenza di un lettore per schede di memoria SD e della porta USB.

Se la data del lancio fosse confermata, non ci resta quindi che aspettare una settimana da oggi.

Nessun Articolo da visualizzare