L’ufficio nella rete

Tecnologie e soluzioni per far rendere al meglio la struttura informatica della piccola e media azienda: dai trucchi per l’installazione della rete ai dispositivi di storage, dalla sicurezza aziendale all’integrazione tra i network dati, voce e videosorveglianza.

di Simone Zanardi

Nell’ultimo numero di PC Professionale abbiamo presentato una guida alle tecnologie e alle soluzioni che permettono di trasformare un ambiente domestico in una casa digitale; questo mese vogliamo affrontare con un approccio analogo l’ambiente professionale, con particolare attenzione agli uffici di piccole e medie dimensioni. In questi ambiti l’infrastruttura informatica rappresenta sempre più il centro nevralgico non solo per le comunicazioni interne ed esterne, ma anche per gli stessi processi aziendali. Si pensi ad esempio alla gestione documentale, o all’organizzazione della forza lavoro che opera in mobilità , o ancora ai rapporti con clienti e fornitori. Senza considerare, per l’appunto, la convergenza delle comunicazioni che porta sempre più applicazioni (telefonia, videosorveglianza, reti di computer) a insistere su un’unica struttura di network.

In momenti di congiuntura economica non proprio brillante come quelli che stiamo vivendo, gli investimenti in nuove tecnologie vanno affrontati con estrema cautela, soprattutto da parte delle realtà  medio-piccole, che non hanno certo il budget delle grande enterprise. È quindi importante non farsi cogliere dai facili entusiasmi derivanti da prospettive di soluzioni futuristiche senza tenere conto dei tempi e dei metodi di rientro negli investimenti, ma d’altro canto bisogna saper riconoscere quelle innovazioni che permettono di rendere il business più efficiente e, di conseguenza, di ridurre i costi.

Oggi ogni ufficio deve progettare la propria struttura informatica partendo dal cardine della connettività  a Internet, ormai indispensabile anche per le attività  che non direttamente si occupano di informatica. L’accesso alla Rete serve non solo per reperire informazioni, ma anche per gestire le comunicazioni con i partner e la forza lavoro interna che si muove sul territorio, o ancora per interagire con il pubblico e i clienti finali.

Per poter condividere l’accesso al Web da tutti i dispositivi e al contempo consentire ad essi di comunicare tra di loro è poi necessaria una struttura Lan (Local Area Network) ben progettata e organizzata, una Lan che chiaramente non può fare a meno di una sezione wireless, se non altro per fornire connettività  ai dispositivi mobili di ultima generazione come smartphone e tablet.

A partire da una struttura di base consolidata, l’amministratore del sistema informatico può puntare all’ottimizzazione, consolidando ad esempio i server (in questo senso i Nas, server di rete dedicati allo storage, ma non solo, possono rappresentare una soluzione ideale per le Pmi), verificando l’opportunità  di unificare le comunicazioni audio e voce e rafforzando la sicurezza della rete.

Nelle prossime pagine indagheremo tutti questi aspetti, guidandovi passo-passo nella progettazione di un ufficio sempre più moderno ed efficiente. (…)

Estratto dell’articolo di 12 pagine pubblicato sul numero 264 di PC Professionale

PCProfessionale © riproduzione riservata.