Magazine

Multifunzione Web-centriche

Giorgio Panzeri | 26 Gennaio 2011

Preview

Eseguono applicazioni, accedono alla Rete e ricevono anche la posta elettronica senza più bisogno del Pc. La nuova generazione di […]

Eseguono applicazioni, accedono alla Rete e ricevono anche la posta elettronica senza più bisogno del Pc. La nuova generazione di unità  Mfp Web-connected di HP e Lexmark è capace di svolgere sempre più attività  in piena autonomia.

Di Marco Martinelli

Connettività  Web, cloud computing, infrastrutture remote, feed Rss e notizie in tempo reale: termini e funzionalità  ormai di uso comune quando correlati a strumenti informatici quali Pc, notebook, netbook, tablet e smartphone, ma – almeno finora – difficilmente associabili ad apparecchiature per loro stessa natura “periferiche” come le unità  multifunzione, destinate a compiti più prosaici di copia, scansione, stampa e trasmissione di fax. Lo status di queste unità  si sta però evolvendo grazie ai recenti progressi di HP e Lexmark, che stanno rivoluzionando il mercato delle periferiche polifunzionali presentando apparecchi dotati non solo di ampi display tattili e di connettività  Wi-Fi e/o Ethernet cablata, come tutti gli altri diretti competitor, ma anche con la capacità  di fruire in piena autonomia di contenuti Web e servizi on-line nonché d’interagire con dispositivi mobili per accedere a documenti e immagini, condividerli, amministrarli e stamparli in ogni momento e luogo.

Il nuovo corso dei due produttori statunitensi – cui per ora non corrispondono iniziative analoghe da parte dei rivali giapponesi – trova la sua ragione d’essere nell’incremento massiccio dei volumi di stampa dal Web, fenomeno generato anche dalla presenza sempre più importante di dispositivi mobili connessi alla Rete. Molti consumatori, ormai, non desiderano stampare o accedere a contenuti Web solo dal proprio Pc, ma vogliono essere liberi di farlo anche da qualunque altro dispositivo in loro possesso, quando e dove vogliono, in modo semplice e in piena autonomia. Ecco allora le tecnologie Print Apps di HP e SmartSolutions di Lexmark, termini che, in estrema sintesi, indicano la capacità  delle unità  multifunzione di nuova generazione di eseguire applicazioni sviluppate ad hoc per snellire e automatizzare processi semplici o complessi oppure di ricevere input da device mobili e di connettersi alla Rete per avere accesso immediato a siti e risorse on-line, come social network, notiziari, servizi di file hosting e così via. Print Apps e SmartSolution sono disponibili in gran parte gratuitamente, alcune preinstallate nelle nuove unità , altre scaricabili dai siti allestiti allo scopo dai rispettivi produttori. HP ha anche introdotto l’innovativo servizio di stampa cloud ePrint, che consente alla multifunzione, connessa alla Rete e dotata di un proprio indirizzo e-mail, di ricevere messaggi di posta elettronica da qualsiasi dispositivo abilitato e di stampare le foto e i documenti allegati.

Sulle nuove Mfp di HP – tutte quelle siglate e-All-in-One – la funzione si configura direttamente dal sito ePrint
Center (https://h30495.www3.
hp.com), che in pochi e semplici passaggi provvede ad assegnare un indirizzo e-mail univoco alla macchina, rendendola di fatto raggiungibile come un qualunque altro destinatario di posta elettronica. Il servizio consente di impostare alcune regole di base, lasciando all’utente la scelta di lasciare la multifunzione aperta alla ricezione di messaggi da parte di chiunque ne conosca l’indirizzo oppure, più prudentemente, di definire un elenco di mittenti autorizzati (fino a 500). Anche nel primo caso, il fenomeno dello spam non dovrebbe preoccupare più di tanto: l’indirizzo e-mail generato dal sistema di HP è costituito da una stringa alfanumerica di una certa complessità  ed è abilitato solo in ricezione, cosa che lo mette ragionevolmente al riparo dalla ricognizione e raccolta d’indirizzi da parte di spambot o altri software. A servizio attivo e con la multifunzione in linea, ogni e-mail inviata da un client compatibile (Microsoft Outlook 2003 e 2007, Hotmail, Yahoo! Mail, Gmail, Apple Mail, client di posta BlackBerry, Nokia/Symbian, Web AOL Mail) è stampata direttamente, compresi gli eventuali file allegati, sia di tipo grafico (Bmp, Jpeg, Png, Gif, Tiff) sia in formato Word, Excel, Outlook, PowerPoint e Pdf.
I limiti attuali del servizio riguardano la dimensione massima dei file (5 Mbyte) e il numero di allegati per messaggio, che non deve essere superiore a dieci. Altri aspetti da tenere a mente sono il mancato supporto alla stampa di pagine Web via posta elettronica e l’incapacità  di gestire fogli di lavoro con macro abilitate nonché documenti crittografati e protetti da password. Come abbiamo avuto modo di verificare al tempo del test della Photosmart Wireless e-All-in-One Printer (PC Professionale n. 235, mese di ottobre 2010), il servizio funziona in modo veloce ed efficiente, con solo qualche limite di precisione nella formattazione di allegati Pdf complessi, in cui alcune immagini erano state omesse. Interessante e oltremodo utile la possibilità  di stampa fotografica in remoto: sfruttando il servizio ePrint e il sensore di riconoscimento della carta presente nelle multifunzione HP, si possono caricare nel vassoio d’alimentazione supporti fotografici 10 x 15 cm per ottenere rapidamente fotografie di ottima qualità  trasmesse via e-mail da qualsiasi luogo, senza bisogno di driver o di altro software specifico.

(Estratto dall’articolo pubblicato sul numero 239 – febbraio 2011)

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.