Risolvere i problemi di Windows 7

Nessuno è perfetto, e Windows 7 non fa eccezione. Ma con l’aiuto di alcune utility gratuite potrete superare molte delle sue limitazioni più fastidiose.

di Maurizio Bergami

Ha senso parlare ancora di Windows 7 quando è imminente il rilascio di una nuova versione del sistema operativo? Crediamo proprio di sì: Metro, l’interfaccia principale di Windows 8, rischia di essere una novità  eccessiva per gli utenti attuali che non utilizzano un computer con schermo sensibile al tocco, ovvero la stragrande maggioranza. Non ci sorprenderemmo affatto, quindi, se molti preferiranno tenersi ben stretto Windows 7 anche a costo di rinunciare ai tanti miglioramenti studiati da Microsoft per il desktop tradizionale.

Windows 8 risolverà  svariati problemi piccoli e grandi del suo predecessore, ma certo non tutti. In questo articolo vi presentiamo venti utility gratuite che vi permetteranno di superare molti dei problemi più fastidiosi di Windows 7 senza bisogno di passare a Windows 8. Ne abbiamo verificato il buon funzionamento sulla versione in lingua italiana di Windows 7 SP1, anche a 64 bit.

1 La funzione di copia dei file è rudimentale

È vero che in Vista (e soprattutto in Windows 7) la gestione dei conflitti durante le copie o i trasferimenti dei file è decisamente migliorata, ma nessuno dei due sistemi operativi dà  la possibilità  di mettere in pausa un’operazione in corso. Inoltre Windows non accoda le richieste: se si lancia una copia su unità  disco già  impegnata, il sistema operativo non ne tiene conto e il risultato è un rallentamento complessivo nel trasferimento dei dati. Potremmo continuare, ma è inutile: qualunque power user di Windows conosce benissimo le limitazioni di Windows sotto questo aspetto. Le conosce naturalmente anche Microsoft, e con Windows 8 si è decisa a fare qualcosa al riguardo: la nuova finestra di gestione non solo è più chiara e fornisce un’indicazione più precisa della velocità  di trasferimento dati, ma offre anche il tanto desiderato pulsante di pausa. Anzi, i pulsanti: ce n’è uno per ogni file. Non c’è però bisogno di pianificare l’upgrade a Windows 8 solo per questo motivo: esistono alcune utility per Windows 7 che permettono di migliorare drasticamente la situazione. Quella che preferiamo è TeraCopy (http://codesector.com/teracopy/), gratuita per uso non commerciale, che si integra molto bene con Windows e può sostituire completamente le funzioni native del sistema operativo.

TeraCopy non solo permette di mettere temporaneamente in pausa un’operazione di copia, ma accoda le richieste e gestisce molto meglio di Windows gli eventuali errori durante le operazioni che coinvolgono più file. TeraCopy è disponibile anche in una versione Pro, a pagamento (19,95 dollari Usa), ma la release gratuita offre già  tutte le funzioni indispensabili per una gestione corretta di copie e trasferimenti.

2 Il focus della rotella del mouse non è automatico

In Outlook è possibile usare la rotellina del mouse per scorrere l’elenco delle cartelle senza doverlo prima cliccare: il “focus” della rotella del mouse (ovvero il punto dell’interfaccia grafica che riceve i comandi impartiti con il dispositivo) viene assegnato automaticamente all’area sulla quale staziona il puntatore. Il desktop di Windows purtroppo non si comporta nello stesso modo. Volete far scorrere una pagina Web? Se la finestra attiva non è quella del browser dovrete prima farci sopra clic. Lo stesso vale per il riquadro di spostamento, cioè l’elenco di unità  e cartelle presente sul lato sinistro delle finestre di Windows Explorer. In questo caso il clic provoca spesso un effetto collaterale indesiderato, ovvero la selezione di un elemento diverso da quello corrente. L’utility gratuita WizMouse(http://antibody-software.com) modifica il comportamento dell’interfaccia di Windows rendendolo uguale a quello di Outlook e di vari altri programmi: il clic non è più necessario e anche per la rotella del mouse l’assegnazione del focus è automatica. Tra le opzioni del tool troviamo la possibilità  di avvio automatico assieme al sistema operativo e di esecuzione con i privilegi di amministratore (in modo che possa funzionare anche nelle finestre che richiedono privilegi di questo livello). Si può anche richiedere lo spostamento automatico in primo piano della finestra su cui viene usata la rotella. La versione più recente di WizMouse può lavorare su richiesta in modalità  “reverse scrolling”, analoga allo “scorrimento armonico” di Mac OS X Lion. In questo caso lo scorrimento della pagina ha stessa direzione di quello della rotella (normalmente accade il contrario). (…)

Estratto dell’articolo di 10 pagine pubblicato sul numero di settembre 2012

PCProfessionale © riproduzione riservata.

1 commento

  1. In effetti Esplora Risorse di W7 mi pare più limitato rispetto a Esplora Risorse di Wxp. In quest’ultimo era possibile personalizzare la barra degli strumenti aggiungendo/togliendo pulsanti a piacere, nel primo nemmeno esiste la barra. Vero è anche che tutto è gestibile da pulsante destro del mouse, cosa che si poteva fare anche con Wxp, ma le abitutini sono dure a morire e poi anche perché Windows ci ha abituati a fare la stessa cosa in più modi diversi e uno si sceglie quello che più gli va a genio.

Comments are closed.