Schede grafiche sotto i 350 euro in prova

Il confronto testa a testa di 18 modelli di ultima generazione. Tra questi potete trovare la scheda per aggiornare il vostro desktop e immergervi nei moderni videogiochi con pieno supporto agli effetti grafici DirectX 11..

di Michele Braga

L’ultima parte dell’anno, in modo particolare il periodo natalizio, può essere il momento ideale per acquistare un componente hardware capace di restituire smalto a un Pc dalle prestazioni non più brillanti. Non a caso è anche il periodo preferito da molte aziende per catalizzare l’attenzione dei videogiocatori più assidui, in costante attesa di nuovi prodotti, titoli e alla ricerca della migliore esperienza di gioco. I dati di mercato confermano che, tra i tanti aggiornamenti possibili, quello della scheda grafica figuri nelle prime posizioni in classifica; gli stessi dati mostrano, infatti, un andamento in lieve controtendenza rispetto al calo di vendite registrato dalle configurazioni desktop complete. Se state valutando l’acquisto di una nuova scheda grafica, ma non siete alla ricerca di un prodotto di fascia alta, in questo articolo trovate la prova di 18 modelli con un prezzo che oscilla tra i 100 e i 350 euro. nei moderni videogiochi con pieno supporto agli effetti grafici DirectX 11.

I videogiochi sono tra le applicazioni più esigenti in termini di potenza di calcolo e sono capaci di mettere a sedere in un attimo un comparto grafico con caratteristiche non adeguate. La scelta della scheda grafica “ideale” è però tutt’altro che semplice e spesso per non sbagliare si preferisce acquistare un prodotto sovradimensionato non solo per le proprie esigenze, ma anche per la configurazione hardware destinata a ospitarlo. A ciò si aggiunge la difficoltà  nel reperire fisicamente le schede grafiche a causa del ridotto numero di punti vendita specializzati, ma con un po’ di pazienza e un utilizzo attento dei negozi online è possibile trovare il modello adatto alle proprie necessità  e al proprio budget.

Con le vendite del settore desktop in evidente stagnazione a causa della sempre più crescente popolarità  dei notebook anche in campo ludico, l’ultimo trimestre dell’anno non abbandona il positivo andamento stagionale per quanto riguarda le schede grafiche. I dati rilevati da JPR (Jon Peddie Research) mostrano nel terzo trimestre dell’anno una crescita nelle vendite delle schede discreti pari al 18,8% rispetto al secondo trimestre: 17,5 milioni contro i precedenti 14,76 milioni di unità . In questo panorama Nvidia detiene il primo posto nelle quote di mercato con un saldo del 64%; Amd ha fatto registrare una crescita delle vendite, tra il secondo e il terzo trimestre, passando da 5,95 milioni a 6,26 milioni di pezzi, ma ha comunque perso quote di mercato a causa dei migliori risultati fatti segnare da Nvidia. Quest’ultima ha, infatti, chiuso con 11,23 milioni di unità  vendute pari al 28% in più rispetto agli 8,75 milioni di pezzi distribuiti nel trimestre precedente.

L’andamento disegnato da JPR trova conferma anche nei dati censiti attraverso la piattaforma Steam di Valve Software per la vendita, la distribuzione e l’autenticazione online di videogiochi. Nei grafici che trovate in queste pagine abbiamo riportato l’andamento dal novembre 2011 a quello 2012 per quanto riguarda la diffusione delle soluzioni grafiche (discrete e mobili) compatibili con le specifiche DirectX 11 e, limitatamente a questa categoria, l’andamento relativo alla ripartizione interna tra i diversi produttori dei processori grafici. Il panorama che emerge mostra una crescita pressoché costante delle soluzioni Nvidia e un altrettanto costante calo di quelle Amd per quanto riguarda i sistemi connessi alla piattaforma Steam. A partire dal luglio 2012 compare la grafica integrata Intel HD 4000 montata nei processori con architettura Ivy Brige, segno della presenza di una platea di utenti che utilizzano il notebook per giocare.

La scheda da scegliere

Per offrire una buona panoramica di quanto offre oggi il mercato, abbiamo invitato tutti i principali produttori a proporre fino a quattro diverse schede grafiche, che rientrassero nel tetto dei 350 euro. Le schede giunte in prova si collocano in tre diversi segmenti di prezzo che riflettono in modo piuttosto preciso la differenziazione in tre serie di Gpu attuata da Amd e Nvidia.

Trovare la scheda grafica cucita su misura per il proprio modello di utilizzo e compatibile con il budget di spesa preventivato può essere tutt’altro che semplice. Se questo è l’unico componente che vi apprestate ad aggiornare, dovete stilare in anticipo la fisionomia del resto della configurazione e porvi un obiettivo sul quali prestazioni volete ottenere, tenendo presente che la sola scheda grafica non è in grado di trasformare una configurazione economica in una macchina da gioco di fasca alta. Una volta stabilito che volete procedere all’aggiornamento dovete decidere quando perfezionare l’acquisto. Al momento questo non è un problema perché Amd e Nvidia hanno rinnovato l’intero portafoglio di Gpu nel corso del 2012 e non vi sono all’orizzonte novità  in arrivo a breve sul mercato. Se sentite la necessità  di aggiornare il comparto grafico del vostro Pc e disponete del budget necessario potete quindi procedere senza il rischio di vedere vanificata la spesa nel corso di poche settimane o mesi.

Per la scelta del punto vendita vi consigliamo di affidarvi al web e di eseguire una ricerca comparativa sui principali negozi online, preferendo sempre quelli che godono di ottima reputazione. Prestate particolare attenzione ai costi di spedizione perché una svista potrebbe vanificare in un attimo il risparmio sul prezzo base del prodotto. (…)

Estratto dell’articolo di 18 pagine pubblicato sul numero 262 di gennaio di PC Professionale

Nessun Articolo da visualizzare