Tanti cambiamenti nella continuità 

editoriale

Panta rei. Come sosteneva Eraclito tutto scorre, tutto cambia. Anche PC Professionale cambia, per migliorare

Come avete potuto notare già  da queste prime pagine abbiamo apportato un po’ di cambiamenti a PC Professionale. Cambiamenti estetici e funzionali e qualche modifica strutturale. Ma il tutto nell’ottica di mantenere la qualità  del giornale e la sua missione: parlare in modo approfondito delle tecnologie mature ed emergenti, provare i prodotti più interessanti e utili per il vostro lavoro. Il primo cambiamento riguarda la grafica del giornale.

Non è solo un lifting per rendere più giovane il nostro PC Professionale, ma abbiamo cercato di migliorare la leggibilità  inserendo elementi che permettono di fornire informazioni interessanti anche a chi sta solo sfogliando il numero, prima della lettura approfondita. La nuova grafica è stata pensata per migliorare il piacere della lettura di un giornale che spesso illustra in modo approfondito argomenti complessi, con molto testo e poche immagini. Il contenuto è il nostro punto di forza, ma proprio per questo dobbiamo cercare di renderlo “facile” da leggere. Ma non è finita qui.

Come vi ho detto non abbiamo fatto un’operazione di maquillage per mascherare i soliti contenuti. Abbiamo anche lavorato sul testo. Abbiamo eliminato le pagine dedicate ai giochi ma abbiamo aggiunto nuove rubriche dedicate alla risoluzione dei problemi degli utenti aziendali. Per ora sono due (Mobile&Wireless e Networking), ma è un “work in progress” e presto ne introdurremo delle altre. Sono informazioni che rendono unico PC Professionale perché non semplici da reperire in rete (dove la fanno da padrone le solite notizie sugli smartphone) e soprattutto sono precise e accurate, autorevoli.

Autorevoli grazie anche ai vostri continui suggerimenti. E visto che siamo in fase di cambiamenti vi chiedo se ci sono altre rubriche che ritenete possano arricchire il contenuto del nostro giornale, rendendolo una preziosa fonte di informazione. Rubriche mensili dedicate ad aspetti poco approfonditi ma vitali per il vostro lavoro.

Buona lettura a tutti
Giorgio Panzeri

PCProfessionale © riproduzione riservata.

4 Commenti

  1. Scrivo qui, è la sezione che mi è sembrata più attinente al tema.
    Negli ultimi giorni ho notato sul sito dei banner pubblicitari davvero inopportuni, “sei il milionesimo visitatore, clicca…”.
    Ovviamente mi sono guardato bene dal cliccare, così come altrettanto ovviamente ogni volta che entravo ero sempre il milionesimo visitatore.
    Capisco che la pubblicità sia controllata da altri e voi vi limitate a dare il banner, ma un sito legato ad una rivista del vostro calibro dovrebbe pretendere maggiori garanzie sulle inserzioni.
    Alla fine il sito è vostro e la faccia ce la mettete voi.

  2. Sono un assiduo lettore di PC Professionale da 14 anni circa. Il restyling mi piace ma a differenza del lettore precedente spingerei di più su linux e sui prodotti open source per il semplice motivo che la loro crescita continua lenta ma inesorabile. Concordo invece sull’opportunità di ampliare la copertura dei microcomputer come Raspberry PI e Arduino. I settori attualmente non coperti dalla rivista che invece a mio parere andrebbero seguiti, sebbene non si tratti di oggetti ad uso personale, sono l’HPC ed il mondo dei server in generale sia lato hardware (rackable, blade, appliances, ecc.) che software (linux e open source, Microsoft Windows 2012 e relative applicazioni, le soluzioni di virtualizzazione di server e desktop, ecc.). 
    Finché avrete notizie interessanti, vi seguirò. Buon viaggio!
    Mike

  3. Buongiorno direttore. Ho ricevuto oggi nella mia cassetta postale il numero di giugno della rivista. E lo dico subito: il restyling mi piace. Ho apprezzato tra le altre cose, la modifica della tipologia di alcuni caratteri: ad esempio quello dei titoli dei singoli articoli e quello usato per le tabelle di riassunto “Pro e Contro” dei singoli prodotti. Inoltre mi piace l’uso di colori molto più vivi quali magenta, ciano, giallo e verde. Concordo con l’eliminazione della sezione “Giochi”, secondo il mio parere troppo poco esaustiva per essere utile; oltretutto esistono riviste dedicate che tratto l’argomento in lungo e in largo.
    Visto che ha richiesto il parere di noi assidui lettori, mi permetto di dare un mio suggerimento: io toglierei anche le pagine dedicate a Linux, visto che anche per lui esistono riviste apposite (non vorrei attirare l’ira degli amici del pinguino ;-). Aggiungerei invece qualche rubrica dedicata su sistemi embedded (hardware e programmazione) come per esempio Arduino (e Netduino) e Raspberry.
    Buon lavoro.
    Simone

  4. per il momento i cambiamenti fortunatamente non hanno stravolto la professionalità della rivista.
    Una perdita importante per il sito è la rubrica sui volantini di offerta.
    Spero inoltre che la cura dimagrante dipenda dal periodo di passaggio.
    Rimanete comunque i migliori
    danilo chiocchini

Comments are closed.