Velocità  di connessione: siamo ancora troppo indietro

L’ultimo rapporto Akamai sulle velocità  di connessione a Internet non porta nessuna sorpresa: in Italia la media è di 8,2 Mbps su linea fissa, siamo 54esimi nella classifica mondiale e quartultimi in Europa. Peggio di noi stanno solo Croazia, Grecia e Cipro. I dati di Akamai si riferiscono al terzo trimestre del 2016; rispetto al trimestre precedente c’è una crescita praticamente nulla (+0,4%) mentre su base annua si registra invece un miglioramento del 26%. Fatto sta che siamo molto, probabilmente troppo, indietro sulla velocità  di accesso a Internet considerando che l’Italia è la terza economia dell’Unione Europea. Un problema che ci trasciniamo da decenni e che non è certo di rapida risoluzione.

I dati di Akamai dicono anche altre cose: la percentuale della popolazione che ha accesso a una linea veloce (maggiore di 15 Mbps reali, non da contratto) è appena dell’8%, mentre nella stragrande maggioranza degli altri Paesi tale valore è sempre oltre il 30%. La crescita del 135% rispetto allo scorso anno non è servita granché, perché anche gli altri Paesi sono andati avanti e noi restiamo comunque nelle ultime posizioni. Un altro dato interessante è che la velocità  media su rete cellulare è di 11 Mbps, dunque superiore rispetto alle linee fisse. Un altro rapporto, presentato da Audiweb e relativo a ottobre 2016, ci dice che gli utenti italiani si collegano molto di più da smartphone e tablet che da Pc. Considerando una giornata media, si contano 20,4 milioni di utenti unici collegati da dispositivo mobile e 10,7 milioni da Pc. Un divario così ampio ha certamente tante ragioni, basti pensare al fatto che l’87% degli utenti si è collegato a Internet per navigare sui social network, ma certamente incidono anche la lentezza e l’inaffidabilità  di tante linee Adsl residenziali.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

1 commento

  1. Magari fosse possibile arrivare alla velocità media di 8,2 Mbps!
    Abito a Fauglia (PI) e la mia ADSL TIM “Internet senza limiti” che è garantita per almeno 2,1 Mbps, spesso scende anche a 1 Mbps.
    La qualità della linea è ottima, data anche la vicinanza alla centrale, ma la disponibilità di banda al MUX è altamente insufficiente.
    Eppure paghiamo per per una linea ADSL fino a 7 Mbps quanto pagano gli utenti della visina Livorno o Pisa per le linee molto più performanti fibra ottica.
    Ho anche inviato tramite AGCOM i risultati del test Ne.Me.Sys. ed aperto innumerevoli ticket i assistenza senza alcun risultato.
    Credo che una Rivista come la vostra potrebbe effettuare dei test a confronto della qualià “vera” dei collegamenti per aiutare cloro che credo sia la maggioraza dei cittadini italiani, aziende comprese, che vivono in questo condizioni da quarto mondo.
    Grazie per la eventuale attenzione ed auguri di un altro anno di meravigliosa rivista.

Comments are closed.