Meta Zuckerberg chiusura

Perché Zuckerberg potrebbe chiudere Meta in Europa

Al centro alcuni problemi di gestione dei dati

La chiusura potrebbe essere legata al trattamento dei dati

È solo un rumor, per ora, ma a quanto pare Meta potrebbe chiudere in Europa. Apparentemente, Mark Zuckerberg, il patron di Facebook, si troverebbe nel bel mezzo di una questione sui personal data; è ciò che è apparso nel report che il multimiliardario ha consegnato alla Sec.

Ma perché Facebook e Instagram potrebbero chiudere in Europa? Il problema in questo caso sarebbe il trattamento dei dati personali e il loro trasferimento nei server americani: mancherebbe infatti l’approvazione dell’Europa a procedere. Ciò potrebbe portare alla chiusura di alcune attività sul suolo del vecchio continente, soprattutto riguardanti Instagram e Facebook.

L’annuncio della nascita di Meta è avvenuto nell’ottobre del 2021, e l’impresa comprende Facebook, Instagram, Messenger e Whatsapp. Come riferisce il sito dell’Ansa, un portavoce dell’azienda ha confermato che non c’è una vera intenzione di chiudere Meta in Europa, ma se non si procederà a concedere l’approvazione del trasferimento dei dati allora ciò potrebbe portare all’inevitabile shut-down di alcune filiali.

I flussi di dati fra Unione Europea e Stati Uniti sono infatti cruciali per aziende come Meta. L’UE non ha ancora una legislazione vera e propria per quanto riguarda il traffico di personal data, e Mark Zuckerberg sta pressando affinché siano approvate presto quanto meno delle linee guida in più rispetto alle Clausole Contrattuali Tipo (Standard Contractual Clauses) e alle regole standard europee.

Dall’altra parte Eric Mamer, il capo degli addetti stampa della Commissione europea, ha affermato che è nell’interesse dell’UE legiferare in favore dei cittadini, dei valori dell’Unione e anche dei consumatori. Ha poi aggiunto che l’azienda Meta è nuova sul mercato; soprattutto, che gli operatori economici hanno una voce in capitolo abbastanza relativa, quando si tratta di stabilire regolamenti.

Ancora guai per Mark Zuckerberg

Purtroppo non è l’unica brutta notizia per Zuckerberg in questo periodo: Meta ha infatti perso parecchio (circa 31 miliardi di euro) in borsa. Ciò ha reso Mark un po’ meno ricco, tanto che potrebbe presto lasciare la classifica dei 10 Paperoni del mondo. In più, in Gran Bretagna alcuni utenti hanno deciso di fare causa a Facebook per “termini e condizioni ingiusti”. Insomma, la chiusura di Meta in Europa potrebbe essere solo l’ultimo dei problemi di Mark!

Beatrice

Nessun Articolo da visualizzare