Razer Book 13

Razer Book 13, notebook per la produttività

Il Razer Book 13 ha un telaio in alluminio, schermo da 13,4 pollici, processori Intel Core di undicesima generazione, 8/16 GB di RAM e SSD da 256/512 GB.

L’azienda californiana è nota per i suoi prodotti dedicati al gaming, ma stavolta ha stupito tutti con l’annuncio del primo notebook indirizzato all’utenza professionale. Il nuovo Razer Book 13 è stato infatti progettato per offrire prestazioni elevate nel campo della produttività. Non mancano tuttavia alcune caratteristiche derivate dalla famosa serie Blade.

Il Razer Book 13 possiede un telaio ricavato da un unico blocco di alluminio anodizzato e protetto da un rivestimento antigraffio. Ai lati della tastiera retroilluminata con LED RGB (Razer Chroma) ci sono due altoparlanti che supportano l’audio THX Spatial (disponibile anche tramite cuffie collegate al jack da 3,5 millimetri).

Lo schermo da 13,4 pollici viene offerto in versione non-touch (1920×1200 pixel) e touch con Gorilla Glass 6 (1920×1200 o 3840×2440 pixel). La dotazione hardware comprende i processori Intel Tiger Lake di undicesima generazione (Core i5-1135G7 e Core i7-1165G7) con GPU Iris Xe integrata, 8/16 GB di RAM LPDDR4x e SSD PCIe M.2 da 256/512 GB. Il notebook ha ricevuto la certificazione Intel Evo.

Razer Book 13

La connettività è garantita dai moduli WiFi 802.11ax (Wi-Fi 6) e Bluetooth 5.1. Sono inoltre presenti la webcam IR a 720p compatibile con Windows Hello, il touchpad in vetro, due porte Thunderbolt 4.0 (USB Type-C), porta USB 3.2 Type-A, slot microSD e uscita HDMI 2.0. La batteria da 55 Wh offre un’autonomia fino a 14 ore.

Il sistema operativo è Windows 10 Home a 64 bit. Il Razer Book 13 con Intel Core i5 sarà disponibile esclusivamente sul sito ufficiale e negli store del produttore. Il prezzo base è 1.299,99 euro. Il Razer Book 13 con Intel Core i7 potrà essere acquistato anche nei negozi dell’elettronica di consumo. Il prezzo base è 1.699,99 euro.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.