Apple iPhone 12

Apple iPhone 12, scoperta la dotazione di RAM

Esaminando i file plist di iOS con Xcode 12.1 beta è stata scoperta la presenza di 6 GB di RAM negli iPhone 12 Pro e di 4 GB di RAM nei due modelli più economici.

Apple ha presentato i nuovi iPhone 12 durante l’evento virtuale del 13 ottobre. L’azienda di Cupertino ha illustrato tutte le novità hardware dei quattro modelli, ma come in passato non ha svelato la quantità di RAM (nemmeno sul sito ufficiale). Grazie alla versione beta di Xcode 12.1 è stato possibile scoprire la dotazione di memoria.

Apple non ha mai comunicato la dotazione di RAM degli iPhone. Questo segreto viene tuttavia svelato in vari modi, ad esempio tramite i database dei benchmark e i cosiddetti teardown. Ma la fonte più affidabile è senza dubbio Xcode, l’ambiente di sviluppo integrato per i sistemi operativi Apple. Esaminando i file plist con la versione 12.1 beta, MacRumors ha scoperto che i nuovi iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max integrano 6 GB di RAM.

Gli iPhone 12 e iPhone 12 mini integrano invece 4 GB di RAM, come i tre modelli della serie iPhone 11. Considerata la presenza dello stesso processore (Apple A14 Bionic), la maggiore quantità di RAM nei modelli Pro potrebbe giustificare alcune funzionalità esclusive, come la registrazione video HDR con Dolby Vision a 60 fps (negli altri due modelli si ferma a 30 fps) e il supporto per il formato Apple ProRAW. Le reali prestazioni saranno valutate durante le recensioni.

iPhone 12 e iPhone 12 Pro potranno essere ordinati dal 16 ottobre (disponibilità dal 23 ottobre), mentre iPhone 12 mini e iPhone 12 Pro Max potranno essere ordinati dal 6 novembre (disponibilità dal 13 novembre). I prezzi sono compresi tra 839 euro (iPhone 12 mini da 64 GB) e 1.639 euro (iPhone 12 Pro Max da 512 GB). Come è noto, nella confezione c’è solo il cavo USB Type-C/Lightning.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.