Black Shark 3S

Black Shark 3S, schermo a 120 Hz e 12 GB di RAM

Il Black Shark 3S ha uno schermo AMOLED da 6,67 pollici con refresh rate di 120 Hz, processore Snapdragon 865, 12 GB di RAM e fino a 512 GB di storage.

Lo “scontro” tra i vari produttori nel mercato dei gaming phone diventa sempre più interessante con l’annuncio di nuovi modelli. Dopo il ROG Phone 3 di ASUS e il Nubia RedMagic 5S è il turno di Xiaomi con il suo Black Shark 3S. Dal nome si deduce che le novità sono minime rispetto al precedente Black Shark 3, ma sono comunque interessanti.

Per quanto riguarda l’aspetto estetico non ci sono differenze. Anche il nuovo modello conserva il tradizionale look aggressivo con un design simmetrico, una cover curva e due parti sporgenti che agevolano l’impugnatura durante le sessioni di gioco. Lo schermo AMOLED conserva la diagonale di 6,67 pollici e la risoluzione full HD+ (2400×1080 pixel), ma il refresh rate è stato aumentato da 90 a 120 Hz.

La dotazione hardware comprende inoltre il processore octa core Snapdragon 865, 12 GB di RAM LPDDR5 e 128/256/512 GB di storage UFS 3.1 (un leggero miglioramento rispetto allo standard UFS 3.0 scelto per il Black Shark 3). Le fotocamere sono le stesse, quindi troviamo una fotocamera frontale da 20 megapixel e tre fotocamere posteriori da 64, 13 e 2 megapixel (standard, ultra grandangolare e profondità).

Black Shark 3S

La connettività è garantita dai moduli WiFi 802.11ax (Wi-Fi 6), Bluetooth 5.0, GPS, Galileo, NFC, LTE e 5G SA/NSA. Sono inoltre presenti il lettore di impronte digitali in-display, il jack audio da 3,5 millimetri, la porta USB Type-C, gli altoparlanti stereo e la batteria da 4.270 mAh che supporta la ricarica rapida da 65 Watt e la ricarica magnetica da 18 Watt (tramite i quattro contatti sul retro).

Il sistema operativo è Android 10 con interfaccia JoyUI 12 (versione modificata della MIUI 12). Non mancano varie funzionalità specifiche per il gaming. Il Black Shark 3S sarà disponibile in Cina dal 4 agosto nelle colorazioni Black e Crystal Blue. Non è noto se e quando arriverà in Europa.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.