Google Pixel 4a render

Google Pixel 4a, annuncio il 3 agosto

Google ha svelato che l'atteso Pixel 4a verrà annunciato il prossimo 3 agosto, utilizzando un modo originale per comunicare la data.

Doveva essere annunciato durante il Google I/O 2020, ma la conferenza è stata cancellata a causa della pandemia COVID-19. Dopo numerose indiscrezioni, l’azienda di Mountain View ha comunicato che il Google Pixel 4a verrà presentato il 3 agosto. La conferma è arrivata tramite un sito “segnaposto” sul Google Store che svela la data con un puzzle.

Il social media team di Google ha aggiornato la pagina Facebook e il profilo Twitter, pubblicando un’immagine di copertina con un testo oscurato da blocchi colorati e un cerchio nero nell’angolo superiore sinistro che indica il foro della fotocamera frontale. Il nome dell’account Twitter è stato cambiato in “The Google RTing, Meme Loving, Info Sharing Stream“, mentre il link del sito web punta alla pagina “Lorem Ipsum” che contiene una versione personalizzata del famoso testo utilizzato come segnaposto da designer, grafici e programmatori.

All’inizio della pagina ci sono sei parole oscurate da blocchi neri. Cliccando sui singoli blocchi si può cambiare il colore. La combinazione “blu, rosso, giallo, blu, verde, rosso” risolve il puzzle, svelando la frase “Just What You’ve Been Waiting For Phone“. Contemporaneamente viene mostrata la data dell’annuncio: 3 agosto.

Google Pixel 4a teaser

Il testo contiene parole che fanno riferimento ad alcune funzionalità dello smartphone: scatti alle basse luci (modalità notturna), effetto bokeh, più megapixel e batteria di lunga durata. Il Pixel 4a dovrebbe avere uno schermo OLED da 5,8 pollici, processore octa core Snapdragon 730, 6 GB di RAM, 64/128 GB di storage, fotocamera posteriore da 12 megapixel, fotocamera frontale da 8 megapixel e batteria da 3.080 mAh. Il sistema operativo sarà ovviamente Android 10. Per quanto riguarda i prezzi si prevedono cifre di 349 e 399 dollari.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.