Google Pixel feature drop

Google Pixel, le novità del terzo feature drop

Google ha rilasciato il terzo "feature drop" per gli smartphone Pixel che include miglioramenti per funzionalità esistenti e la nuova funzionalità Bedtime.

Dal mese di dicembre, Google ha iniziato a distribuire una serie di aggiornamenti per i suoi Pixel. Insieme alle patch di sicurezza mensili, l’azienda di Mountain View ha annunciato il terzo “feature drop” che include miglioramenti per alcune funzionalità esistenti, oltre ad una nuova funzionalità denominata Bedtime, disponibile nelle app Orologio, Benessere digitale, YouTube e Family Link.

Google Pixel: miglioramenti e novità

La prima novità riguarda la funzionalità Batteria adattativa, introdotta con Android 9 Pie nel 2018, che limita l’utilizzo della batteria per le app meno usate. Con l’aggiornamento viene ora prevista la durata della batteria e ridotte le attività in background in modo da prolungare l’autonomia (sui Pixel 2, 2 XL, 3, 3 XL, 3a, 3a XL, 4 e 4 XL).

Bedtime è invece la nuova funzionalità inclusa nell’app Orologio che permette di impostare un periodo di riposo, i limiti d’uso delle app e suoni rilassanti per conciliare il sonno. La modalità Riposo ha sostituito la modalità Relax nell’app Benessere digitale e consente di silenziare chiamate, messaggi e altre notifiche che potrebbero disturbare il sonno. È possibile impostare un avviso nell’app YouTube per indicare che è ora di andare a letto. La funzionalità permette infine di bloccare lo smartphone dei figli con l’app Family Link.

Bedtime
Modalità Bedtime nell’app Orologio

Google ha annunciato infine novità per le app Recorder e Personal Safety. L’app Recorder supporta l’avvio della registrazione audio tramite Google Assistant e il salvataggio della trascrizione su Google Documenti. L’app Personal Safety, ora disponibile su tutti i Pixel, include ora la funzionalità “Safety Check“. Se l’utente non effettua il check-in all’orario impostato, l’app invia un messaggio ai contatti di emergenza, condividendo la posizione in tempo reale su Google Maps.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.