Caricabatteria wireless

Smartphone

Le soluzioni Techly per la ricarica wireless di smartphone e tablet

Roberto Cosentino | 24 Luglio 2018

Smartphone

L’offerta di Techly si rivolge a chi deve fare i conti con i cavi di ricarica su dispositivi diversi. Ecco quindi i caricatori Qi per smartphone e tablet.

Smartphone, tablet, wearable. I prodotti tecnologici sono caratterizzati da batterie al litio con una lunga vita, ma dall’autonomia davvero breve. Non è raro che case e uffici siano disseminati di cavi diversi da utilizzare per caricare i vari dispositivi. Alcuni di questi possono essere condivisi per più device, ma quando si hanno contemporaneamente soluzioni con ricarica via micro Usb, Usb-C e Lightning, il cavo è diverso e bisogna sostituirlo di volta in voltaL’offerta di Techly propone dispositivi di ricarica wireless come soluzione al problema dei cavi, offrendo soluzioni trasversalmente compatibili con i due mondi (iOS e Android).

Le soluzioni di Techly per ricaricare i device sfruttano la tecnologia di induzione elettromagnetica, più brevemente conosciuta come Qi, che alcuni dispositivi di nuova generazione possono utilizzare per la ricarica wireless. Ricarica che consente ai device di essere posati solitamente su di una base, compatibile sia con smartphone o tablet, senza dover cambiare di volta in volta il cavo di ricarica. Nello specifico Techly propone diversi prodotti, compatibili con tutti i Samsung Galaxy dalla sesta generazione in poi, quali Galaxy Note e la serie S, e l’ottava generazione di iPhone, oltre a iPhone X.

Tra le novità della gamma Techly spiccano i modelli I-CHARGE-WRKUV-5W e I-CHARGE-WRKUV-10W, caratterizzati da uno stand di ricarica rotondo nero lucido, con un indicatore Led di ricaricamento. Questi caricabatteria wireless sono alimentati grazie a un cavo Usb Type-C (il cavo in dotazione misura 1,15 m) e sostanzialmente si differenziano per la velocità di ricarica:l’I-CHARGE-WRKUV-5W eroga fino a 5 watt, mentre l’I-CHARGE-WRKUV-10W supporta la ricarica veloce fino a un carico massimo di 10 watt. Realizzati in materiale trattato con tecnologia Uv (che li rende più resistenti a graffi e abrasioni) sono in grado di accogliere il dispositivo da ricaricare sia in posizione verticale che orizzontale.

Techly I-CHARGE-WRKUV-5W e I-CHARGE-WRKUV-10W

I-CHARGE-WRKUV-5W e I-CHARGE-WRKUV-10W: esteticamente identici, si differenziano per la potenza erogata (e la velocità di ricarica). Il primo eroga al massimo 5 watt, mentre il secondo raggiunge 10 watt, supportando così anche la funzione di ricarica veloce.

Per chi fosse alla ricerca di un design più “tradizionale” segnaliamo altre due soluzioni Techly: I-CHARGE-WRA10B e I-CHARGE-WRA10S. Questi caricatori risultano leggermente più compatti dei modelli precedenti e alimentati con un tradizionale cavo Usb (in questo caso lungo 1,2 m), sono entrambi in grado di supportare, oltre alla ricarica standard, anche quella veloce, con una potenza erogata fino a 10 watt. Le differenze tra i due modelli in questo caso non sono funzionali ma puramente estetiche: l’I-CHARGE-WRA10B è in materiale plastico nero lucido, mentre l’I-CHARGE-WRA10S è in alluminio ed è di colore argento.

Techly I-CHARGE-WRA10B e I-CHARGE-WRA10S

I-CHARGE-WRA10B e I-CHARGE-WRA10S si differenziano solo per la colorazione: il primo è in materiale plastico nero lucido, mentre il secondo è in alluminio. Entrambi hanno una potenza massima di 10 watt.

cola phone coca-cola smartphone

News

Uno smartphone firmato Coca-Cola è in arrivo? Il rumor

Martina Pedretti | 25 Gennaio 2023

Smartphone

Sembra che il primo smartphone firmato e prodotto da Coca-Cola sia in arrivo: cosa sappiamo del rumoreggiato ColaPhone

Il ColaPhone arriva su Internet: Coca-Cola lancerà il suo smartphone?

Avete letto bene, nelle ultime ore online si sta parlando di un presunto nuovo smartphone lanciato proprio da Coca-Cola: il ColaPhone. I primi render del presunto dispositivo sono trapelati online, e gli utenti del web si stanno chiedendo cosa ci sia di reale in questa storia.

Un insider chiamato Ice Universe ha pubblicato una foto su Twitter che ritrae proprio il misterioso ColaPhone. L’immagine mostra uno smartphone dal retro, interamente brandizzato Coca-Cola, dalla scritta al colore rosso.

“Ecco la prima foto di sempre del nuovo #ColaPhone! Per realizzarlo Coca-Cola potrebbe affidarsi ad un brand leader del settore. Chi potrebbe essere?”, chiede l’account.

La scocca posteriore del render dello smartphone, ricorda un Realme 10 4G con una nuova veste che riprende proprio il logo di Coca-Cola. Inoltre l’account @Colaphonegloba segue 8 account, compreso quello di Realme.

Si tratta quindi di una collaborazione di rebranding di uno smartphone già esistente o, come suggerisce il nome ColaPhone, di un prodotto del tutto nuovo? O ancora si tratta di una semplice bufala che si sta diffondendo sul web?

Allo stato attuale delle cose non possiamo confermare nessuna di queste opzioni. Tuttavia restiamo in ascolto per scoprire quante più novità sulla questione.

Galaxy S21 Ultra render

Smartphone

Galaxy S21, teaser ufficiale anticipa il lancio

Luca Colantuoni | 31 Dicembre 2020

Samsung Smartphone

In attesa dell’annuncio dei nuovi Galaxy S21, prevista per il 14 gennaio, Samsung ha mostrato in un video le principali novità della serie.

Samsung non ha ancora comunicato la data dell’evento Unpacked riservato ai Galaxy S21, ma il lancio imminente (forse il 14 gennaio) è stato indirettamente confermato dal produttore coreano con un breve video che mostra le principali innovazioni estetiche introdotte dal primo modello della serie. In base alle ultime indiscrezioni sembra certa l’assenza del caricabatteria nelle confezioni.

La serie Galaxy S è stata introdotta nel 2010. Il primo modello aveva uno schermo da 4 pollici, enormi cornici e il famoso pulsante Home. Il Galaxy S II del 2011 aveva uno schermo da 4,27 pollici e cornici laterali più sottili. Con il Galaxy S III (2012), uno dei modelli di maggior successo, sono stati apportati diversi cambiamenti, tra cui gli angoli curvi del telaio. Lo schermo era da 4,8 pollici.

Poche novità invece per il Galaxy S4 (2013) con schermo da 5 pollici. Le novità principali del Galaxy S5 (2014) sono state la resistenza all’acqua (IP67), lo schermo da 5,1 pollici e il lettore di impronte digitali.

Il Galaxy S6 (2015), venduto in tre varianti, aveva un nuovo design e una cover in vetro, ma Samsung ha rimosso la resistenza all’acqua e lo slot microSD. Queste ultime due caratteristiche sono tornate con la serie Galaxy S7 (2016). Con la serie Galaxy S8 (2017) è stato rimosso il pulsante Home, mentre il lettore di impronte è stato spostato sul retro, accanto alla fotocamera.

La serie Galaxy S9 (2018) ha introdotto pochi miglioramenti, tra cui il lettore di impronte digitali spostato sotto la fotocamera posteriore. Con la serie Galaxy S10 (2019) sono arrivati il design Infinity-O (foro nello schermo per la fotocamera frontale) e il lettore di impronte digitali ad ultrasuoni per i modelli più costosi.

Per la serie Galaxy S20 (2020) il foro della fotocamera frontale è stato spostato al centro, mentre quelle posteriori sono state spostate a sinistra. La serie Galaxy S21, attesa per il 14 gennaio, dovrebbe includere tre modelli (S21, S21+ e S21 Ultra), dei quali sono circolate numerose indiscrezioni. Il Galaxy S21 Ultra supporterà la stilo S Pen. Nella confezione ci sarà solo il cavo USB Type-C. Samsung ha deciso di eliminare caricabatteria e auricolari.

LG Wing

Smartphone

LG Wing, migliora l’esperienza dual screen

Luca Colantuoni | 31 Dicembre 2020

LG Smartphone

Il produttore coreano ha rilasciato un aggiornamento software per LG Wing che migliora l’esperienza d’uso con i due schermi.

Il produttore coreano ha deciso di offrire agli utenti smartphone che si distinguono da quelli della concorrenza. Uno di essi è LG Wing, disponibile anche in Italia da fine ottobre. Per sfruttare meglio i due schermi è stato rilasciato un aggiornamento software che migliora l’esperienza d’uso con questo originale dispositivo.

Al momento le novità sono riservate alla versione venduta negli Stati Uniti da Verizon, ma nei prossimi giorni l’update verrà distribuito anche per le versioni internazionali dello smartphone. L’aggiornamento risolve innanzitutto alcuni difetti estetici. Ora sullo schermo secondario vengono mostrati i nomi delle app, mentre le app con icone simili, i widget dei contatti e le scorciatoie sono più facilmente distinguibili.

La novità più utile riguarda lo switch delle app tra i due schermi. L’utente può utilizzare specifici comandi nel menu rapido oppure usare una gesture (swipe con tre dita) per spostare un’app da uno schermo all’altro. È stato inoltre aggiunto un pulsante Riavvia per le app di terze parti che non sono visualizzate correttamente dopo lo switch.

In precedenza era possibile mostrare i controlli multimediali sul secondo schermo solo per alcune app (ad esempio YouTube). Ora la funzionalità è disponibile per tutte le app. Altri miglioramenti sono la scansione dei codici QR con l’app Fotocamera, nuovi wallpaper e le patch di sicurezza di novembre.

LG Wing ha uno schermo principale FullVision P-OLED da 6,8 pollici (2460×1080 pixel) e un display secondario G-OLED da 3,9 pollici (1240×1080 pixel). La dotazione hardware comprende il processore octa core Snapdragon 765G con modem 5G integrato, 8 GB di RAM e 128 GB di storage, espandibili con schede microSD.

Per le fotocamere posteriori sono stati scelti sensori da 64, 13 e 12 megapixel (standard, grandangolare e ultra grandangolare con gimbal), mentre la fotocamera frontale pop-up ha un sensore da 32 megapixel. Il prezzo è 1.299,90 euro.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.