Vivo X50 Pro

Vivo X50 Series, debutto internazionale

I Vivo X50, X50 Pro e X50 Pro+ hanno interessanti caratteristiche, come il sensore Samsung ISOCELL GN1 e il sistema di stabilizzazione gimbal.

Vivo ha annunciato il lancio internazionale della serie X50 composta da tre modelli. Tra le caratteristiche esclusive dei nuovi smartphone ci sono la fotocamera con stabilizzazione gimbal e il sensore Samsung ISOCELL GN1. I Vivo X50 e X50 Pro saranno disponibili in diversi mercati EMEA e APAC, mentre il Vivo X50 Pro+ avrà una distribuzione più limitata.

Il Vivo X50 Pro+ è il top di gamma con schermo OLED da 6,56 pollici (full HD+ a 120 Hz), processore octa core Snapdragon 865, 8/12 GB di RAM, 128/256 GB di storage e fotocamera frontale in-display da 32 megapixel. La fotocamera posteriore principale ha un sensore ISOCELL GN1 da 50 megapixel, il primo di Samsung con tecnologia Tetracell e Dual Pixel PDAF. Ci sono anche una fotocamera grandangolare da 8 megapixel, un sensore di profondità da 13 megapixel e un teleobiettivo da 8 megapixel con zoom ottico 5x a periscopio.

I Vivo X50 e X50 Pro hanno lo stesso schermo OLED da 6,56 pollici, ma il refresh rate scende a 90 Hz. Entrambi integrano il processore octa core Snapdragon 765G, 8 GB di RAM e fotocamera frontale in-display da 32 megapixel. Cambia la dotazione di storage: 128 GB e 256 GB, rispettivamente. Il Vivo X50 ha quattro fotocamere posteriori con sensori da 48, 13, 8 e 5 megapixel (standard, profondità, ultra grandangolare e macro).

Nel Vivo X50 Pro la fotocamera da 5 megapixel è stata sostituita da un teleobiettivo da 8 megapixel con zoom ottico 5x a periscopio. La fotocamera principale conserva il sensore da 48 megapixel, ma è presente il Gymbal Camera System (ispirato agli occhi del camaleonte) che può compensare i tremolii della mano con un miglioramento fino al 300% rispetto alla tradizionale stabilizzazione ottica.

Vivo X50 Pro
Vivo X50 Pro

Sui tre smartphone è installato Funtouch OS 10.5 basato su Android 10. I prezzi e la data di arrivo sui singoli mercati non sono stati comunicati.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.