ZTE Axon M: multitasking e doppio schermo su uno smartphone pieghevole

ZTE crede molto nel doppio display e i vantaggi che ne conseguono.

ZTE ha presentato per il mercato italiano lo smartphone pieghevole ZTE Axon M, disponibile esclusivamente con TIM. L’azienda cinese crede molto nella tecnologia proposta, realizzata per offrire un doppio schermo utile ad espandere il polliciaggio del dispositivo, ma soprattutto per sfruttarne appieno la capacità multitasking.

Il doppio schermo di ZTE Axon M.
Il doppio schermo di ZTE Axon M.

ZTE Axon M è stato progettato per offrire quattro diverse modalità di utilizzo: la Singola, che permette di utilizzare lo smartphone in maniera tradizionale e i cui contenuti sono riprodotti su un singolo schermo da 5,2 pollici; la modalità Condivisa, che permette di riprodurre anche sul secondo schermo gli stessi contenuti fruiti sul primo; in questa modalità infatti, utile soprattutto in ambito business, si potrà mostrare ai partecipanti le presentazioni o materiale video. La modalità Estesa consente invece di ampliare un unico contenuto su due schermi che ne comporranno quindi uno solo dalla diagonale di 6,75 pollici. Infine la modalità Dual permette di esprimere maggiormente le capacità multitasking del dispositivo, consentendo l’apertura di due app su cui si può lavorare contemporaneamente.

Lo spessore del device e del secondo display

Dalle dimensioni di 151 x 71,6 x 12,1 mm e dal peso di 232 g, lo smartphone è caratterizzato dal doppio display da 5,2 pollici Full Hd e protetti dalla tecnologia Gorilla Glass di quinta generazione. Quando entrambi i display sono attivi nella modalità estesa, lo smartphone arriva come già detto, ad una diagonale di 6,75 pollici. Al suo interno possiede il processore quad-core Qualcomm Snapdragon 821 (non proprio recente) da 2,15 GHz, 4 GB di Ram e 64 GB di memoria interna, espandibili fino a 256 GB via micro Sd.
ZTE Axon M è alimentato da una batteria da 3.180 mAh. Il reparto fotografico è composto da una sola fotocamera frontale da 20 megapixel con sensore Sony IMX350 e apertura F/1.8, utile sia per i selfie sia come fotocamera principale. Il device dispone anche di un doppio speaker e integra il sensore di impronte digitali sotto al tasto di accensione.

Nel tasto di accensione si cela un sensore di impronte

Il prodotto è sicuramente innovativo ed interessante, sarà necessario però verificare quali e quanti saranno gli sviluppatori che intenderanno seguire ZTE nella realizzazione di app compatibili con le funzionalità di Axon M. L’azienda cinese si è però detta certa del successo della tecnologia su cui punta fortemente e per cui ha promesso di continuare ad investire anche in futuro.

Ampio spazio anche per l’intrattenimento,

Il device è disponibile esclusivamente nei negozi TIM ed è acquistabile a partire da oggi al prezzo di 899,99 euro, oppure a rate da 20 euro al mese per 30 mesi; offerta particolarmente apprezzabile dal momento che abbatte il costo dello smartphone di un terzo. Inoltre l’azienda ha anche pensato al pacchetto premium Axon M Passport Program che permette la sostituzione gratuita di uno schermo nei primi due anni, la riparazione gratuita per danni da liquidi e assistenza diretta.

PCProfessionale © riproduzione riservata.