Google Pixel Buds

Google Pixel Buds, aggiornamento con sette novità

Google ha rilasciato un aggiornamento per i Pixel Buds che include sette nuove funzionalità, tra cui la trascrizione delle traduzioni e il miglioramento dei bassi.

Google ha annunciato la disponibilità di un nuovo firmware per i suoi Pixel Buds, disponibili in Italia da circa un mese ad un prezzo di 199,00 euro. Le novità principali riguardano la qualità audio e le conversazioni. C’è inoltre una funzionalità sperimentale che permette di ascoltare determinati suoni ambientali.

Le prime due novità consentono di personalizzare l’esperienza di ascolto. Con Bass boost è possibile incrementare l’intensità dei bassi attivando l’opzione dedicata nelle impostazioni. La funzionalità Sharing detection permette di condividere un auricolare con un’altra persona (dopo aver attivato il rilevamento in-ear). In questo modo è possibile controllare autonomamente il volume degli auricolari tramite gesture.

Molto utile è il Transcribe mode che consente di leggere sullo schermo dello smartphone la trascrizione della traduzione effettuata dall’app Google Traduttore (da inglese a italiano, spagnolo, francese e tedesco). È sufficiente pronunciare il comando “OK Google, aiutami a capire l’inglese” per avviare la modalità trascrizione. La traduzione può essere ascoltata con i Pixel Buds e letta sullo smartphone.

Google Assistant può essere utilizzato anche per attivare/disattivare i controlli touch (ad esempio con il comando “OK Google, disattiva i controlli touch“) e per controllare il livello della batteria (ad esempio con il comando “OK Google, qual è il livello della batteria degli auricolari“).

Pixel Buds update

Google ha inoltre aggiornato la funzionalità Find My Device, in modo da mostrare sulla mappa l’ultima posizione nota degli auricolari (deve essere utilizzato l’accoppiamento rapido e attivata la cronologia delle posizioni). Si tratta di una metodo alternativo a quello che consente di trovare gli auricolari facendoli squillare.

Infine, la funzionalità sperimentale si chiama Attention Alerts (Avvisi intelligenti). Il volume viene abbassato automaticamente quando i Pixel Buds rilevano tre suoni esterni: pianto di un bambino, cane che abbaia e sirena dei mezzi di soccorso.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.