Lenovo Mirage VR S3

Lenovo Mirage VR S3, visore standalone con ThinkReality

Il Lenovo Mirage VR S3 è un visore all-in-one con schermo 4K da 5,5 pollici, processore Snapdragon 835, 64 GB di storage e sistema operativo Android 8.1.

A poche ore dall’annuncio di HP, Lenovo ha svelato il suo Mirage VR S3, visore per la realtà virtuale indirizzato alle aziende. Il nuovo dispositivo non è stato quindi sviluppato per il gaming, ma per compiti enterprise, come la progettazione, il supporto remoto e il training dei dipendenti.

Il Lenovo Mirage VR S3, presentato durante il VR/AR Global Summit, è un visore all-in-one standalone sviluppato in collaborazione con Pico Interactive, un’azienda specializzata in soluzioni per la realtà virtuale. Non deve essere collegato al computer, in quanto integra tutti i componenti necessari. La dotazione hardware comprende uno schermo da 5,5 pollici con risoluzione 4K (1920×2160 per occhio), refresh rate di 75 Hz e lenti Fresnel con campo visivo di 101 gradi, processore Snapdragon 835 e 64 GB di storage, espandibili con schede microSD.

La connettività è garantita dai moduli WiFi 802.11ac e Bluetooth 5.0. Sono inoltre presenti due altoparlanti, il jack audio da 3,5 millimetri e la batteria da 4.200 mAh che offre un’autonomia fino a tre ore e può essere ricaricata tramite porta USB Type-C. Il sistema operativo è Android 8.1 Oreo. In dotazione c’è anche un controller con due batterie AAA che supporta tre gradi di libertà.

Lenovo Mirage VR S3

Il Lenovo Mirage VR S3 è compatibile con ThinkReality, una piattaforma cloud che permette di distribuire le applicazioni AR/VR mediante avanzati tool di gestione. Il produttore cinese offre inoltre un supporto dedicato con un servizio di assistenza per l’intero ciclo di vita del dispositivo. Il visore sarà in vendita nel terzo trimestre in Nord America, Cina, Giappone, Regno Unito, Francia e Spagna. Il prezzo per il mercato nordamericano è circa 450 dollari.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.