Samsung Gear VR: in prova la realtà  virtuale

Quando più di un anno fa Samsung e Oculus hanno presentato il visore Gear VR era chiaro come questo dispositivo non fosse ancora pronto per debuttare sul mercato di massa. Da poco è disponibile anche sul mercato italiano – Samsung ha avviato anche una campagna pubblicitaria sulle principali emittenti televisive – la prima versione commerciale del Gear VR.

Cos’è e cosa non è il Gear VR. Si tratta di un accessorio sviluppato da Samsung e Oculus – il produttore del più conosciuto Oculus Rift che arriverà  sul mercato solo nel corso dell’anno – per alcuni smartphone Samsung e in grado di trasformare questi dispositivi in visori per la realtà  virtuale.

Il Gear VR non è quindi un dispositivo che può essere utilizzato da solo, mentre può essere considerato come una versione deluxe del Google Cardboard, molto più spartano e compatibile con qualunque smartphone. Il Gear VR non è solo più bello dal punti di vista estetico, ma è anche dotato di componenti hardware – un accelerometro, un giroscopio e sensori di prossimità  – che permettono di ridurre i tempi di risposta durante il movimento della testa e di migliorare le prestazioni generali del dispositivo nel suo complesso (visore più smartphone).

Gear VR
Lo smartphone si collega alla porta micro Usb con il display rivolto verso le lenti. Il Gear VR è rivestito di materiale morbido per risultare comodo durante l’utilizzo.

La prima operazione da compiere per poter utilizzare il Gear VR consiste nell’agganciare al visore il proprio smartphone, in modo tale che il display di quest’ultimo sia rivolto verso le lenti stereoscopiche. Il visore è dotato di una porta micro Usb che, una volta connessa allo smartphone, permette lo scambio dati tra i due dispositivi e fornisce alimentazione all’elettronica del visore stesso.

Sul lato destro della scocca è presente un controller touch a quattro vie che permette di gestire alcune funzioni di base come la selezione dei contenuti, l’avvio e la messa in pausa dei contenuti così come le funzioni di avanti e indietro attraverso i menu.

Il Gear VR ha un peso di 318 grammi e dimensioni pari a 92,6 x 201,9 x 116,4 millimetri. Poiché il peso è al netto dello smartphone, utilizzando un Samsung Galaxy S6 Edge (132 grammi) si raggiunge un peso complessivo durante l’utilizzo di 450 grammi. Le dimensioni e il peso del visore non lo rendono un oggetto facilmente trasportabile, ma è anche vero che Samsung non ha mai dichiarato e preteso di creare un oggetto da avere con se sempre, bensì un accessorio da utilizzare in casa per accedere a una nuova categoria di contenuti. Per quanto riguarda le proprietà  ottiche offerte dal visore, Samsung dichiara un parametro Fov (Field of View), ovvero un campo di visione orizzontale, pari a 96 gradi.

➜ Continua a leggere: la prova di Gear VR

PCProfessionale © riproduzione riservata.