Download

Mozilla Firefox, il ritorno di DownThemAll

La storica estensione per i download di massa sul browser Mozilla sta per fare il suo ritorno nella nuova incarnazione WebExtensions, una tecnologia che però limita parecchio le funzionalità disponibili per gli utenti.

Sembrava condannata a finire nel dimenticatoio delle tecnologie oramai obsolete, e invece sembra proprio che DownThemAll (DTA) farà presto ritorno nell’archivio delle estensioni ufficiali di Firefox. Lo storico, popolarissimo add-on per i download di massa nel browser del Panda Rosso è in via di conversione in formato WebExtensions (WE), anche se lo switch tecnologico non sarà certo indolore per chi si aspetta una copia perfetta delle funzionalità originarie.

Come le altre estensioni in formato XUL, DownThemAll ha dovuto fare i conti con la discussa adozione della API WE (derivativa della corrispondente interfaccia di Google Chrome) da parte di Mozilla che ha segnato l’avvento di Firefox Quantum. Anche considerando i commenti dello sviluppatore, tutto lasciava presagire che DTA non avrebbe mai fatto parte delle estensioni disponibili per la nuova generazione multi-processo del browser Mozilla.

In maniera quasi del tutto inaspettata, invece, nei giorni scorsi Nils Maier – lo sviluppatore di cui sopra – si è fatto sentire confermando di essere al lavoro su una versione WebExtensions di DTA. Maier ha pubblicato il codice sorgente della “nuova” estensione su GitHub, preannunciando che il progetto non potrà forse mai raggiungere lo stesso livello di funzionalità del DownThemAll! storico.

DownThemAll WebExtensions per Firefox

Le API WE impediscono a qualsiasi estensione “moderna” di agire in maniera estesa sul funzionamento dei download, ha spiegato il programmatore, e DTA non potrà ad esempio fare a meno di passare per il download manager integrato in Firefox – un componente che a dire di Maier è a dir poco deficitario quando si tratta di gestire il recupero dei file dai server di Internet.

I vecchi bug già corretti nella versione XUL di DTA torneranno in quella nuova e non potranno essere corretti, ha spiegato ancora Maier, mentre con tutta probabilità non si potranno mai gestire i download in maniera “segmentata” (per aumentare la velocità di scaricamento) come era invece possibile in passato.

La lista delle cose da fare è parecchio corposa, e tra le funzionalità che sicuramente torneranno ci sarà la possibilità di scaricare “in massa” diversi tipi di contenuti da un sito Web (immagini, archivi ecc.) con un semplice click. Per ora DownThemAll in formato WebExtensions è disponibile solo in beta, e gli utenti interessati a seguire l’evolversi dello sviluppo possono scaricare la seconda versione provvisoria pubblicata da Maier su GitHub.

PCProfessionale © riproduzione riservata.