Internet e minori

Cloud parlanti… quando si impara con i fumetti

Si terrà a Bologna, dal 4 al 17 marzo, la mostra Nabbo e Linda a Internetopoli – Fumetti e illustrazioni di Gabriele Peddes per la cittadinanza digitale.

L’esposizione, organizzata da Registro.it, è dedicata ai due fumetti della serie di Internetopoli pubblicati nella collana Comics&Science, edita dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr).

Registro.it è – per chi ancora non lo conoscesse – l’anagrafe dei domini Internet punto ited è da ormai diverso tempo impegnato con il progetto della ludoteca. Un’idea nata circa 8 anni fa con l’intento di diffondere la cultura di Internet tra i più piccoli, promuovendo un uso corretto e consapevole della Rete.

Non è quindi un caso che la mostra sia anche l’occasione per lanciare l’ultimissimo fumetto della serie di Internetopoli dal titolo Nabbovaldo contro i pc zombi, disegnato nuovamente da Gabriele Peddes su sceneggiatura di Giovanni Eccher (entrambi provenienti da scuola bonelliana, una garanzia per chi mastica di fumetti).

La storia nasce e si sviluppa nello stesso mondo del primo episodio (Nabbovaldo ovvero le stagioni a Internetopoli), all’interno della non meglio definita – ma sicuramente simbolica – Città della Rete, dove oggi è il pericolo dei malware – dei terribili virus informatici – che minaccia alcuni dei protagonisti. 

Nabbovaldo contro i pc zombi

In quest’ultima storia entra in scena anche un personaggio nuovo: Linda, la cuginetta di Nabbovaldo in visita a Internetopoli, di cui non conosce opportunità e rischi. La trama è semplice, ma non per questo banale: il mancato aggiornamento di un antivirus e lo streaming illegale di un film scatena il caos nella tranquilla cittadina. Cosa succederà? Cosa sarà necessario per far tornare la quiete e a chi spetterà questo onere?  

Il fumetto, che dal 5 marzo in concomitanza con l’inizio della mostra sarà disponibile gratuitamente sul sito di Registro.it, compare nel numero speciale di Comics&Science ed è corredato da un’intervista ai due autori e da contributi specifici sul tema della Cyber Security.

Tornando alla mostra, che è patrocinata dal Comune di Bologna, saranno esposti i disegni e bozzetti originali disegnati dal fumettista Gabriele Peddes e che verranno raggruppati in dodici pannelli e due teche. Nello stesso contesto, saranno esposti i disegni e le carte utilizzati nei giochi dei laboratori della Ludoteca del Registro.it sulla cyber security.

Il fumetto torna in questo modo a svolgere uno dei suoi principali ruoli al pari dell’intrattenimento: educare, istruire e indirizzare le scelte dei più giovani che – tra vignette e nuvole – potranno imparare pian piano a orientarsi nella vita. Reale o virtuale che sia. 

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Nato a Roma il 3 giugno del 1981. Giornalista dal 2011, scrive prevalentemente di nuove tecnologie, sport, cultura, fumetti e attualità per la radio, la carta stampata e il web. Nel 2008 pubblica, per la casa editrice Tunué, Politicomics un saggio sul rapporto tra comunicazione politica e fumetti.