Logo NASA

NASA aggiorna la connessione alla Stazione Spaziale Internazionale

L’agenzia spaziale statunitense ha annunciato un importante upgrade tecnologico per la sua infrastruttura “spaziale”, che ora è in grado di trasferire 600 megabit al secondo da e verso la ISS.

Gli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) potranno ora contare su una connessione di rete dalla capacità doppia rispetto al passato, con un link (presumibilmente simmetrico) da 600 Mbps che garantisce una velocità adeguata a trasmettere i dati degli esperimenti condotti in condizioni di microgravità. E che promette bene per le comunicazioni digitali delle esplorazioni spaziali nel prossimo futuro.

L’annuncio del raddoppio delle capacità telematiche della ISS è arrivato direttamente da NASA, e ha richiesto un importante intervento di aggiornamento al network di antenne presenti a terra (Space Network), alle linee dati cablate e ai modem software già presenti sulla ISS. Grazie a Space Network e ai satelliti specializzati della rete TDRS (Tracking and Data Relay Satellites), le missioni spaziali e la ISS possono contare su una connettività maggiormente al passo con le esigenze scientifiche e di comunicazione contemporanee.

Stazione Spaziale Internazionale (ISS)

Gli ufficiali di NASA hanno sottolineato l’importanza del network telematico per ogni missione dell’agenzia, un’infrastruttura che è necessaria per gestire agevolmente i sempre più complessi esperimenti scientifici condotti a bordo della ISS e di comunicare con gli astronauti. Il raddoppio delle capacità di trasferimento dati (con un lag stimato al di sotto del secondo) riafferma poi la volontà di NASA di migliorare la qualità dei servizi operativi per le missioni attuali e quelle future.

Il futuro, appunto: i 600 Mbps di connessione non saranno preziosi soltanto per l’operatività della ISS e relative missioni in orbita terrestre, visto che NASA cita espressamente il futuro avamposto umano in orbita sulla Luna (Gateway) e l’esplorazione umana di Marte come le prossime tappe per le imprese spaziali a stelle e strisce.

PCProfessionale © riproduzione riservata.