netflix logo

Netflix: aumento di costi e addio recensioni

Il colosso dello streaming si prepara a introdurre un nuovo piano di abbonamento dal costo leggermente maggiorato, e a chiudere definitivamente la porta alle recensioni scritte dagli utenti

Netflix ha avviato la sperimentazione di un nuovo “livello” per gli abbonamenti, un piano “Ultra” attualmente disponibile solo a una fetta limitata della sua utenza potenziale e che prevede un rincaro, piccolo ma sensibile, al prezzo della quota mensile da sborsare per fruire al massimo del servizio.

Al momento, i mercati per cui è confermata la disponibilità dell’offerta Ultra di Netflix sono quello italiano e tedesco: avviando la procedura per la registrazione sul servizio, gli utenti di queste due nazioni potranno quindi scegliere tra un piano Base (€8), Standard (€11), Premium (€14) e Ultra (€17).

La disponibilità del nuovo abbonamento si accompagna a una rimodulazione delle funzionalità accessibili con i piani di livello inferiore: la possibilità di guardare Netflix su più di uno schermo scompare dal piano Base, mentre l’unica differenza al momento esistente fra il piano Premium e quello Ultra è la disponibilità, per quest’ultimo, di un “Audio di altissima qualità”.

Netflix ha confermato ufficialmente l’esistenza del nuovo abbonamento Ultra, parlando tuttavia di una sperimentazioni limitata che potrebbe cambiare – o addirittura sparire – nel prossimo futuro. L’obiettivo è capire il “valore” dato dagli utenti al servizio.

E parlando di utenti e valore dei contenuti, una funzionalità fin qui disponibile ai binge-watcher di Netflix risulta già avere il destino segnato: dal prossimo 30 luglio non sarà più possibile scrivere recensioni per film e serie TV, mentre dalla metà di agosto sparirà anche la possibilità di leggere le suddette recensioni dalla versione desktop di Netflix. A sostituirle ci penserà un sistema di “Mi piace” simile a quello di Facebook, con buona pace di chi vorrebbe conoscere l’opinione altrui su un film o uno show televisivo.

PCProfessionale © riproduzione riservata.