AXON

Axon Citizen, il cloud per le prove digitali gratuito per tutto il 2020

A causa della pandemia da COVID-19, Axon ha deciso di aprire le porte della sua piattaforma cloud per le prove digitali (Citizen) a tutte le forze dell’ordine. In Italia e nel resto del mondo.

Axon Citizen è una piattaforma cloud pensata per raccogliere, gestire e condividere le prove digitali fornite dai cittadini, un servizio che agisce in concerto con Axon Evidence per rendere pratica e sicura l’attività investigativa basata sul contributo degli utenti. Un tool potenzialmente molto utile soprattutto in tempo di pandemia da COVID-19, e che Axon ha deciso di rendere gratuito fino al 31 dicembre 2020.

Le forze dell’ordine e il personale di soccorso, in Italia come nel resto del mondo, potranno accedere gratuitamente a tutte le funzionalità di Axon Citizen fino alla fine dell’anno: basterà chiederà l’attivazione del servizio scrivendo alla casella [email protected], dice Axon, e grazie alla recente decisione dell’Enac sarà altresì possibile richiedere l’accesso alla piattaforma di droni Axon Air da parte delle forze dell’ordine locali.

Con Axon Citizen gli agenti possono raccogliere prove digitali (clip video e non solo) provenienti dalla comunità inviando dei semplici link personalizzati tramite SMS, e-mail o con altri mezzi, uno strumento particolarmente adatto a promuovere il distanziamento sociale che rappresenta l’unica arma oggi disponibile per frenare l’avanzata del coronavirus SARS-CoV-2.

Nota in passato per la produzione della pistola elettrica Taser, Axon afferma oggi di avere come missione esclusiva quella di “proteggere la vita” delle persone; “consentendo la raccolta di prove virtuali”, spiega il CEO e fondatore di Axon Rick Smith in una press release fatta pervenire a PC Professionale, “possiamo aiutare immediatamente i soccorritori e gli agenti di pubblica sicurezza a ridurre la loro esposizione a COVID-19”.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.